Login

Cittadini non residenti, con domicilio nel territorio dell'ATS

I cittadini che dimorano abitualmente in A.S.L. diversa da quella di residenza hanno diritto all'iscrizione negli elenchi degli assistiti solo se la loro permanenza è per un periodo superiore ai tre mesi e sia dettata da motivi di lavoro, studio o salute che devono essere autocertificati dal cittadino.

L'iscrizione temporanea a favore dei cittadini domiciliati oltre che per i motivi di studio, di lavoro o di salute, può essere estesa, previa idonea autocertificazione a:
• Familiari a carico del lavoratore (situazione peraltro già tutelata anche dalla Circolare del Ministero della Sanità 11 maggio 1984, n. 1000.1169)
• Ai minori in affido o in attesa di adozione
• Agli ospiti di comunità protette
• Ai cittadini a partire dal compimento del 75° anno di età

L'iscrizione ha scadenza annuale ed è rinnovabile se rimangono immutate le situazioni di cui sopra.

Documenti necessari per l’iscrizione:
- Codice Fiscale
- autocertificazioni che attestino domicilio, motivazione del soggiorno, durata presunta di permanenza
- tessera sanitaria ASL di residenza.

Se il cittadino dimorante proviene da altra Regione all'atto dell'iscrizione deve produrre il documento di cancellazione del medico della regione di provenienza.

Ai cittadini in temporaneo soggiorno (inferiore ai tre mesi) in A.S.L. diversa da quella di residenza, l'A.S.L. garantisce l'assistenza medico generica, in via indiretta, mediante il sistema delle visite occasionali, che verranno pagate al Medico o Pediatra come prestazioni extra. 
L'utente verrà rimborsato dalla A.S.L. di appartenenza cui presenterà la fattura di pagamento, secondo le norme in vigore.
Il cittadino non residente potrà inoltre usufruire della Guardia Medica notturna, festiva e prefestiva.