News Online
IMAGE26 maggio 2024 - XXIII  Giornata del sollievo 
Giovedì, 23 Maggio 2024

 26 maggio 2024 - XXIII  Giornata del sollievo  Le iniziative sul...

Prosegui...

IMAGEGiornata mondiale senza Tabacco 2024
Giovedì, 16 Maggio 2024

Giornata mondiale senza Tabacco 2024   Il 31 maggio è la Giornata Mondiale senza...

Prosegui...

Servizi per le Imprese

Segnalazioni dei cittadini relativi a siti con presenza di amianto

Per la gestione delle segnalazioni dei cittadini relativi a siti con presenza di amianto è stato sottoscritto un protocollo operativo con le Amministrazioni Comunali del nostro territorio. Il protocollo regolamenta la gestione delle segnalazioni relative alla presenza di:

1 - Coperture in cemento amianto: la segnalazione della presenza di materiale contenente amianto deve essere fatta al Comune dove è stata riscontrata la presenza del materiale contenente amianto.

Il Comune chiederà al proprietario o all’amministratore dell’edificio di presentare la valutazione dello stato di conservazione del materiale contenente amianto secondo il “Protocollo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento amianto" approvato dalla Regione Lombardia - Allegato A alla D.Dirett. 18 novembre 2008, n.13237 (Allegato 1). La documentazione dovrà essere sottoscritta da un soggetto terzo qualificato (quale ad es. tecnico con patentino regionale per l’amianto, responsabile del servizio prevenzione e protezione, ingegnere civile, architetto, geometra), come specificato da una nota di Regione Lombardia del maggio 2010.

Le suddette comunicazioni al proprietario o all’amministratore devono essere esplicitamente intese come avvio del procedimento amministrativo, ai sensi della Legge 241/90 e s.m.i. (Allegati 2a/2b).

2 - Segnalazioni di manomissione in atto di manufatti contenenti amianto: la richiesta di intervento urgente per presunta manomissione e/o alterazione di manufatti contenenti amianto deve essere fatta all’SS Vigilanza e Controllo Sicurezza sul Lavoro in Cantiere e Bonifica Amianto, che ha il compito, qualora accertata la necessità di intervenire per salvaguardare la tutela della salute pubblica, attivare le verifiche del caso eventualmente coinvolgendo Comune e/o ARPA e/o Provincia per le rispettive competenze.

3 - Rifiuti abbandonati contenenti amianto: la segnalazione della presenza di materiale contenente amianto deve essere fatta al Comune. Il Comune gestirà la segnalazione con ARPA e Provincia sulla base delle rispettive competenze.

SC Igiene e Sanità Pubblica

 

 

Accreditamento delle Strutture Sociosanitarie

1. Descrizione del procedimento

L’autorizzazione o l’abilitazione all’esercizio e l’accreditamento delle Strutture Sociosanitarie (dette anche unità d’offerta sociosanitarie) garantiscono che le stesse abbiano requisiti e standard di qualità stabiliti dalla normativa. L’accreditamento è condizione necessaria affinché la Struttura possa erogare prestazioni a carico del SSR previa sottoscrizione di un contratto. Annualmente Regione Lombardia definisce e regola l’accesso alla negoziazione e alla contrattualizzazione.

L’ESERCIZIO delle unità d’offerta sociosanitarie è subordinata alla presentazione di una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA).

Casi in cui presentare la SCIA:

-        messa in esercizio di nuova unità d’offerta;

-        trasferimento in altra sede di unità d’offerta già abilitata all’esercizio (anche all’interno dello stesso edificio);

-        variazione della capacità ricettiva;

-        variazioni nell’assetto dei servizi o delle prestazioni erogate;

-        trasformazione di unità d’offerta esistente in altra tipologia;

-        modifica dell’articolazione degli spazi della medesima unità d’offerta, qualora le modifiche comportino il mutare delle condizioni previste dal regolamento d’igiene o di sicurezza dei locali;

-        eventi modificativi del soggetto gestore per le unità d’offerta non accreditate (es. subentro nuovo soggetto gestore, successione tra enti, etc.).

Non è prevista presentazione di SCIA in caso di:

-        variazione del Legale Rappresentante. In questo caso è necessario comunicare all’ATS l’avvenuta variazione allegando atto di nomina e l’autocertificazione del possesso dei requisiti soggettivi del nuovo Legale Rappresentante;

-        trasformazione giuridica del soggetto gestore che non si sostanzi nel subentro di un nuovo soggetto. E’ prevista una comunicazione all’ATS a cui allegare la documentazione relativa alla trasformazione avvenuta;

-        modifica dell’articolazione degli spazi che non comportino il mutare delle condizioni previste dal regolamento d’igiene o sicurezza dei locali e interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Le comunicazioni sono trasmesse all’ATS con gli elaborati grafici aggiornati e l’indicazione dettagliata e motivata delle variazioni eseguite.

L’autorizzazione o l’abilitazione all’esercizio e l’accreditamento delle Strutture Sociosanitarie (dette anche unità d’offerta sociosanitarie) garantiscono che le stesse abbiano requisiti e standard di qualità stabiliti dalla normativa. L’accreditamento è condizione necessaria affinché la Struttura possa erogare prestazioni a carico del SSR previa sottoscrizione di un contratto. Annualmente Regione Lombardia definisce e regola l’accesso alla negoziazione e alla contrattualizzazione.

L’ACCREDITAMENTO delle unità d’offerta sociosanitarie è subordinato alla presentazione di una specifica istanza.

Casi di presentazione di istanza di accreditamento:

-        variazione, sia in aumento che in riduzione, della capacità ricettiva;

-        trasformazione di unità d’offerta esistente in altra tipologia;

-        trasferimento della sede in cui è svolta l’attività, anche all’interno dello stesso edificio;

-        voltura, da intendersi come trasferimento della gestione tra due distinti soggetti (previsto modello specifico di voltura dell’accreditamento)

E’ possibile presentare unica istanza di messa in esercizio e accreditamento utilizzando il modello “SCIA contestuale”

L’istanza di messa in esercizio (SCIA) e/o di accreditamento è presentata alla ATS competente per territorio e per conoscenza al Comune di ubicazione dell’unità d’offerta e a Regione Lombardia. Può essere presentata in forma diretta, mediante invio postale con raccomandata con avviso di ricevimento o posta elettronica certificata (PEC). A Regione Lombardia va inviata esclusivamente via PEC.

2. Termine per la conclusione del procedimento

L’ATS verifica, entro 60 giorni dalla presentazione della SCIA, il possesso dei requisiti minimi stabiliti dalle disposizioni vigenti e comunica l’esito della verifica all’Ente Gestore e a Regione Lombardia.

In caso di presentazione di SCIA contestuale o di istanza di accreditamento, l’ATS verifica il possesso dei requisiti e adotta, entro 60 giorni dal ricevimento dell’istanza, il provvedimento (delibera) di accreditamento o di modifica dello stesso e lo trasmette a Regione Lombardia entro 5 giorni lavorativi. Regione Lombardia, a conclusione e perfezionamento dei provvedimenti, procede all’iscrizione/aggiornamento della posizione dell’unità d’offerta, entro 30 giorni.

Per i procedimenti è prevista l’interruzione dei termini ai sensi della Legge 241/90.

Riferimenti normativi: DPR 14/01/1997 - DGR n. 2569/2014 - DGR 4702/15 suballegato 9 e normativa specifica per singola tipologia di unità d’offerta - L.R. 23/2015 e ss.mm.ii.

 3. Unità Organizzative Responsabili dell'Istruttoria

Struttura Vigilanza e Controllo Strutture Sociosanitarie

4. Ufficio del procedimento / Ufficio per l'adozione del provvedimento finale

Struttura Vigilanza e Controllo Strutture Sociosanitarie 

5. Modalità per informazioni e contatti

Telefonare oppure inviare mail a:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

6. Procedimenti in cui il provvedimento è sostituito da una dichiarazione dell'interessato

E’ facoltà dell'Ente avvalersi della "perizia asseverata" ai sensi della DGR n. 3312/2001

7. Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale a favore dell'interessato

Tutela ordinaria secondo normativa.

8. Link di accesso al servizio online

Non previsto accesso al servizio online.

9. Modalità per l'effettuazione dei pagamenti

Non sono previsti pagamenti.

10.Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo

Direttore Dipartimento Programmazione, Accreditamento, Acquisto delle Prestazioni Sanitarie e Sociosanitarie (PAAPSS

11.  Atti e documenti da allegare

  • autocertificazioni requisiti soggettivi;
  • attestazione possesso requisiti di esercizio e/o accreditamento strutturali, tecnologici, organizzativi e gestionali generali e specifici;
  • 2 Planimetrie scala 1:100 firmate da tecnico progettista abilitato.

Procedimento:

ABILITAZIONE ALL’ESERCIZIO DELLE UNITA’ DI OFFERTA SOCIALI

La CPE (Comunicazione Preventiva di Esercizio) per l’avvio di nuove unità d’offerta sociali o per la voltura di quelle preesistenti deve essere inoltrata agli Uffici Unici/Uffici di Piano competenti per territorio (Legge 3/2008).

 coverattiovita

 Analisi dei dati sulle attività produttive e sugli infortuni sul lavoro anni 2013-2017

 

Documento scaricabile e visualizzabile come presentazione di diapositive

Documento stampabile PDF

Le malattie professionali nel territorio di ATS Brianza - webinar 11/04/2024

 

Cruscotto Monitoraggio Infortuni

 

Ultimo aggiornamento: 17/10/2022

diapositiva1
 cruscotto infortuni v8 da pubblicare pagina 02

Elaborazioni da FLUSSI INFORMATIVI INAIL Regioni
 edizione dati giugno 2022

INDICATORI DI MONITORAGGIO

 

diapositiva2
diapositiva4
 cruscotto infortuni v8 da pubblicare pagina 06
diapositiva5
diapositiva6
diapositiva8
 cruscotto infortuni v8 da pubblicare pagina 10
diapositiva9
diapositiva10
diapositiva11
 cruscotto infortuni v8 da pubblicare pagina 14
 cruscotto infortuni v8 da pubblicare pagina 15
diapositiva12
diapositiva13
diapositiva14
diapositiva15
diapositiva16
Diapositiva21

Elaborazioni da dati REGIONE LOMBARDIA  a cura di ATS Brianza
 edizione dati gennaio 2022 – periodo 2019-21

Focus sugli infortuni MORTALI occorsi in ambiente di lavoro (esclusi casi Covid)

 

COMMENTO SINTETICO al CRUSCOTTO

Link alle CHIAVI DI LETTURA DEGLI INDICATORI

GLOSSARIO

 Commento indicatori Cruscotto pubblicato marzo 2022
 commento agli indicatori v4 impaginato pagina 2 
 

Sottocategorie