ats-brianza.it

Esenzione ticket per invalidità civile 

Il riconoscimento di una invalidità garantisce il diritto all’esenzione per alcune o per tutte le prestazioni specialistiche.

Come viene riconosciuto il diritto all’esenzione per invalidità?
Lo stato ed il grado di invalidità sono accertati dalla competente Commissione medica della ASST di riferimento dell’assistito. L’accertamento costituisce condizione necessaria per il rilascio dell’attestato di esenzione.

Chi può avere l’esenzione per invalidità?    
Le categorie di invalidi che godono di questo beneficio, in base a quanto stabilito sono le seguenti:

 

codice

ministeriale

descrizione

esenzione

C01

INVALIDI CIVILI AL 100% DI INVALIDITA’ SENZA INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO

 

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione totale per tutte le prestazioni incluse nei LEA

          

Farmaceutica

  • Esenti, massimo 2 confezioni per ricetta

 

C02

INVALIDI CIVILI AL 100% DI INVALIDITA’ CON INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO

C04

INVALIDI CIVILI DI ETA’ < 18 ANNI CON INDENNITA’ DI FREQUENZA

C05

CIECHI ASSOLUTI O CON RESIDUO VISIVO NON SUPERIORE A 1/10 AD ENTRAMBI GLI OCCHI

C06

SORDOMUTI

C03

INVALIDI CIVILI CON RIDUZIONE      DELLA CAPACITA’ LAVORATIVA SUPERIORE A 2/3 DAL 67% AL 99%                                                                                     

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione totale per tutte le prestazioni incluse nei LEA

Farmaceutica

  • 1€ a confezione, massimo 2 confezioni per ricetta
  • per le pluriprescrizioni fino a 6 confezioni di antibiotici iniettabili e di medicinali somministrati per fleboclisi, la quota di 1€ a confezione ha un limite massimo di 3€ per ricetta

C07

 

Prestazioni richieste in sede di verifica dell’invalidità civile

 

Non è previsto il rilascio di attestato all’avente diritto.

Specialistica Ambulatoriale: prescrizione di competenza della Commissione.

  • Esenzione per le prestazioni previste dalla normativa vigente

 

Esenzione ticket per invalidità di guerra e del lavoro

codice

ministeriale

descrizione

esenzione

G01

 

Invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla 1° alla 5°, titolari di pensione diretta vitalizia E DEPORTATI IN CAMPI DI STERMINIO, perseguitatio politico, Antifascista o razziale, e loro familiari superstiti.

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione totale per tutte le prestazioni incluse nei LEA

Farmaceutica

  • Massimo 2 confezioni per ricetta
  • NON PAGANO LA DIFFERENZA SUL PREZZO DI RIFERIMENTO
  • Possono essere prescritti farmaci di classe C, massimo 2 confezioni per ricetta, con apposizione da parte del medico della dicitura “terapia utile per il paziente” o analoga indicazione

G02

Invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla 6° alla 8°

 

 

codice

ministeriale

descrizione

esenzione

L01

Grandi invalidi del lavoro dall’80% al 100% di invalidita’                                                         

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione totale per tutte le prestazioni incluse nei LEA

Farmaceutica

  • Esenti, massimo 2 confezioni per ricetta
  • Pagano l’eventuale differenza sulla quota di riferimento

L02

Invalidi del lavoro con riduzione della capacita’ lavorativa >2/3 –dal 67% al 79% di invalidita’      

                                                                                                                                  

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione totale per tutte le prestazioni incluse nei LEA

Farmaceutica

  • 1€ confezione, massimo 3€ per ricetta
  • Pagano l’eventuale differenza sulla quota di riferimento
  • Per le pluriprescrizioni fino a 6 confezioni di antibiotici iniettabili e di medicinali somministrati per fleboclisi, la quota di 1€ a confezione ha un limite massimo di 3€ per ricetta

L03

Invalidi del lavoro con riduzione della capacita’ lavorativa fino a 2/3 –dal 1% a 66% di invalidita’

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione per le prestazioni correlate alla patologia invalidante

L04

infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione per le prestazioni correlate all’infortunio sul lavoro o malattia professionale.
  • L’esenzione non si estende ai soggetti non assicurati INAIL.

Farmaceutica

  • Esenti, solamente per i farmaci per il trattamento delle patologie connesse all’infortunio, massimo 2 confezioni per ricetta
  • Pagano l’eventuale differenza sulla quota di riferimento

 

Esenzione dal pagamento del ticket per soggetti danneggiati da complicanze irreversibili a causa di vaccinazioni, trasfusioni, emoderivati

codice

ministeriale

descrizione

esenzione

N01

DANNEGGIATI DA COMPLICANZE DI TIPO IRRVERSIBILE A CAUSA DI VACCINAZIONI OBBLIGATORIE, TRASFUSIONI E SOMMINISTRAZIONE DI EMODERIVATI (L. 210/92 e L. 238/97)

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione per le prestazioni correlate alle lesioni o infermità

Farmaceutica

  • Esenti, solamente per i farmaci correlati a patologie acquisite, massimo 2 confezioni per ricetta
  • Pagano l’eventuale differenza sulla quota di riferimento

 

Esenzione dal pagamento del ticket per vittime del terrorismo, delle stragi, del dovere

 

codice

ministeriale

descrizione

esenzione

V01

Vittime del terrorismo e delle stragi e familiari

Specialistica Ambulatoriale

  • Esenzione totale per tutte le prestazioni incluse nei LEA

Vittime del dovere e familiari

V02

Vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice con invalidita’ >80%

 

 

codice

ministeriale

Codice

regionale

descrizione

esenzione

 

 

 

 

 

 

V01

VT43.1 

Vittime del  terrorismo e delle stragi

ESENZIONE REGIONALE

Farmaceutica

  • Esenti, ,massimo 2 confezioni per ricetta
  • NON PAGANO LA DIFFERENZA SUL PREZZO DI RIFERIMENTO
  • Possono essere prescritti farmaci di classe C, massimo 2 confezioni per ricetta, purché il medico attesti la comprovata utilità terapeutica per il paziente

VT43.2

Familiari di vittime del terrorismo e delle stragi

 

VD44

 

Vittime del dovere

ESENZIONE REGIONALE

Farmaceutica

  • Massimo 2 confezioni per ricetta
  • Possono essere prescritti farmaci di classe C, massimo 2 confezioni per ricetta, purché il medico attesti la comprovata utilità terapeutica per il paziente
VD44.2

Familiari di vittime del dovere