Login

 

COMUNITA'

 PROMOZIONE DI STILI VITA FAVOREVOLI ALLA
SALUTE E PREVENZIONE FATTORI DI RISCHIO
COMPORTAMENTALI NELLE COMUNITÀ LOCALI

 

Setting che vede ATS impegnata in differenti ambiti d’intervento. La manutenzione dei Gruppi di Cammino e il pedibus, offre l’opportunità di estensione di buone pratiche di heathy agening e di azioni combinate. Le azioni a sostegno di offerta ambientale di una corretta alimentazione, sollecitate dalle valutazioni regionali di performance, vedono oltre ad un maggior impegno dei servizi ATS dedicati, il coinvolgimento di una Rete di associazioni per la diffusione di concrete opportunità di acquisto e preparazioni e l’alleanza con la ristorazione pubblica per un’offerta organizzata di alimenti salutari. L’alleanza con i portatori d’interesse è la chiave per il sostegno di campagne di promozione della salute condivise. L’alleanza con gli amministratori è posta in campo in numerose iniziative per il contrasto del GAP. Lavorare sulla comunità significa inoltre attivare gruppi di popolazione che acquisiscano competenze per migliorare il proprio benessere: da qui gli interventi rivolti alle famiglie agli operatori (moltiplicatori). Un intervento di psicologia di comunità rivolto ad un quartiere di periferia approfondisce infine il tema dell’inclusione sociale e della prevenzione selettiva.

OBIETTIVI GENERALI DEI PROGRAMMI

Sviluppare sinergia con i Comuni e le Associazioni al fine di incrementare determinanti di salute e ridurre fattori di rischio nella popolazione.

Sostenere processi di rete finalizzati alla stabilizzazione dei cambiamenti organizzativi ed allo sviluppo di empowerment e capacity building in tema di salute degli EELL e degli altri soggetti responsabili di azioni/politiche (Commercio,Ristorazione Pubblica, Trasporti,ecc.)

Struttura di riferimento: U.O. Gestione e sviluppo programmi intersettoriali

Contatti:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

ATS IN MOVIMENTO

Creare un’offerta gratuita di attività fisica consente anche alle famiglie con minori opportunità economiche di praticare sport o attività ludico motoria superando in tal modo eventuali diseguaglianze.

Referente: Lina Negrino

Tel: 039 2384297
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

GRUPPI DI CAMMINO

I Gruppi di cammino rappresentano una opportunità organizzata per aumentare il livello di attività fisica nella popolazione (indicazioni OMS) e contrastare la sedentarietà. Il loro obiettivo è quindi quello di contribuire alla prevenzione delle cronicità, promuovere la cultura di uno stile di vita attivo e sostenere contestualmente fattori di salute psico-sociali individuali e collettivi

Il GdC è un’opportunità per consentire a chi abitualmente non fa attività fisica, di muoversi, stimolato dal fatto di far parte di un gruppo di persone che si frequentano, si cercano, condividono il piacere di camminare insieme chiacchierando tra loro.

Numerose sono le evidenze presenti in letteratura scientifica sull’efficacia dell’attività fisica regolare e di intensità moderata, intesa come quella attività che consente di parlare durante la sua pratica con un modesto incremento della frequenza cardiaca, del respiro e una lieve sudorazione.

I gruppi sono condotti dai walking leaders (guide di cammino) che sono volontari motivati, individuati nella comunità e formati dall’ATS, che si prendono cura della gestione del GdC

L’attività fisica costituisce non solo un vantaggio individuale di miglioramento dello stato di salute, ma diventa anche patrimonio per la comunità sia in termini di spesa sanitaria che sociale.

Referente: Lina Negrino

Tel: 039 2384297
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

PEDIBUS

I PIEDIBUS rappresentano una opportunità organizzata per aumentare il livello di attività fisica e contrastare la sedentarietà nei bambini. Il loro obiettivo è promuovere la cultura di uno stile di vita attivo e sostenere contestualmente fattori di salute psico-sociali individuali e collettivi e quindi contribuire alla prevenzione delle cronicità.

Il Pedibus è un modo sicuro per accompagnare i bambini da casa a scuola lungo percorsi segnalati da apposita cartellonistica.

Il progetto consente ai bambini e ai volontari accompagnatori di praticare quotidianamente l’attività fisica raccomandata per il mantenimento della salute, permette di ridurre il traffico e l’inquinamento atmosferico, di migliorare le conoscenze di educazione civica e stradale, di aumentare la socializzazione fra i partecipanti e supportare la famiglia

 

Referente:Lina Negrino

Tel: 039 2384297
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

PAUSA PRANZO FUORI CASA

Le imprese di ristorazione (bar, gastronomie, ristoranti, mense aziendali) possono assumere un ruolo importante di promotore per la salute, migliorando l’offerta e orientando il cliente verso opzioni di pasti leggeri per la pausa pranzo.

Il progetto, si pone i seguenti obiettivi:

  • promuovere, attraverso la ristorazione pubblica e collettiva, le erogatrici di buoni pasto, l’adozione ed il mantenimento di comportamenti salutari nella popolazione, attraverso la possibilità di offrire pasti/spuntini salutari presso i propri esercizi
  • Fornire ai consumatori/esercenti/associazioni indicazioni relative all’offerta di pasti/spuntini salutari attraverso la predisposizione di Linee Guida , materiale informativo e incontri
  • Ridurre le disuguaglianze di accesso ad un pasto salutare nei consumatori fuori casa
  • Estendere la rete dei protagonisti coinvolti nel progetto attraverso il coinvolgimento e l’adesione degli esercenti della ristorazione, delle associazioni di consumatori e delle associazioni del territorio a qualunque titolo interessate
  • Fornire un servizio di consulenza nutrizionale istituzionalizzato agli esercenti/consumatori (l’esperto risponde)

Referente:Dr. Nicoletta Castelli UOC Igiene Alimenti e Nutrizione

Tel: 0362/304816
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 Brochure: 

VALORIZZAZIONE DEL CIBO, LOTTA ALLO SPRECO E RECUPERO DELLE ECCEDENZE ALIMENTARI

Progetto trasversale nei diversi setting (mondo del lavoro, scuole, comunità), ha l’obiettivo di fornire ai consumatori/esercenti/cittadini indicazioni per la corretta gestione delle eccedenze alimentari, promuovendo e divulgando buone pratiche che portino a contenere gli scarti e ridurre lo spreco alimentare.

Attualmente sul territorio della ATS Brianza molte sono le iniziative per il contenimento degli scarti alimentari e la corretta gestione/recupero delle eccedenze a favore della popolazione fragile promosse da più soggetti (Associazioni, Comuni, Grande distribuzione organizzata, gestori servizi mensa, pubblici esercizi) oltre che dall’ATS della Brianza; obiettivo dell’UOC IAN è quello di implementare una rete con tali Istituzioni per favorire e divulgare le buone pratiche esistenti e farsi promotore di corrette informazioni e rispetto della normativa di pertinenza.

Referente: Dott.ssa Irene Savino UOC Igiene Alimenti e Nutrizione

Tel: 0362/304819 - 0396288095
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

GAP- GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO

Sostiene processi di rete nell’ambito delle progettualità degli enti locali e ai loro partner, relativa al nuovo bando per lo sviluppo e il consolidamento di azioni e contrasto alle forme di dipendenza dal gioco d’azzardo lecito attraverso affiancamento/accompagnamento alle progettualità territoriali - partnership .

Referente:Dr.ssa Ornella Perego

U.O. Promozione della Salute Prevenzione fattori di rischio comportamentali Medicina Interculturale

Tel: 039-3940248

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

FAMILY SKILLS - EMPOWERMENT DI COMUNITÀ

Il progetto utilizza i risultati positivi, consolidati ormai universalmente e riconosciuti anche dall’O.M.S., dei modelli di promozione della salute fondati sulla life skills education, ossia sulle metodologie che mirano al contrasto delle patologie attraverso il potenziamento delle abilità/competenze personali dimostratesi fondamentali per fronteggiare al meglio tutte le difficoltà e gli ostacoli che si incontrano nello sviluppo evolutivo dei giovani.

L’intento è quello di formare i genitori come moltiplicatori di salute, potenziando il loro naturale ruolo educativo, rafforzando le competenze genitoriali, fornendo inoltre strumenti operativi per poter gestire a loro volta gruppi di famiglie sulle abilità di vita (life skills).

Referente:Dolores Rizzi

U.O. Promozione della Salute Prevenzione fattori di rischio comportamentali Medicina Interculturale

Tel: 0393940269-255

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CARE

Il progetto CARE adotta lo Sviluppo di Comunità quale cornice concettuale e metodologica di riferimento per quanto riguarda sia la «gestione di situazioni puntuali di rischio», sia «l’allentamento delle tensioni sociali» che ancora si verificano all'interno del quartiere don Moscotti di Lissone.

Il progetto si propone di:

  • attivare la comunità locale come sistema complesso di relazioni in cui si costruiscono le condizioni di agio/disagio di una sua parte, (ri)creando e rafforzando i legami “secondari” fra le agenzie territoriali lissonesi (Amministrazione Comunale, Parrocchia, agenzie educative, associazioni di volontariato...), con l'obiettivo non solo di realizzare azioni coordinate e innovative, ma anche di avviare una politica comune di Welfare di quartiere;
  • di sostenere forme di partecipazione e impegno civile attraverso l'offerta di spazi e risorse adeguate per creare e facilitare le condizioni per migliorare la qualità di vita in quartiere, attraverso l’attivazione di percorsi di cittadinanza attiva in cui coinvolgere le persone.

Referente: Dr.ssa Ornella Perego

U.O. Promozione della Salute Prevenzione fattori di rischio comportamentali Medicina Interculturale

Tel: 039-3940248

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.