ats-brianza.it

Apertura di nuova Struttura di Medicina dello Sport (Ambulatorio o Studio Professionale)

Per aprire un nuovo Ambulatorio di Medicina dello Sport l'istanza, compilata attraverso il portale regionale ASAN, deve essere presentata al Dipartimento PAAPS della ATS.

Per aprire uno Studio Professionale, è necessario che il titolare/legale rappresentante della struttura compili l'istanza attraverso il portale regionale ASAN (https://accreditamentosanita.servizirl.it/asan/), indicando che si intende ottenere sia l'autorizzazione che l'abilitazione alla certificazione medico-sportiva agonistica. Quindi, dopo aver completato tale istanza, si deve presentare alla UOS Medicina dello Sport e Lotta al Doping la seguente documentazione cartacea:

  • Copia dell’istanza stampata da ASAN
  • "Dichiarazione di Inizio Attività" (DIA, vedi fac-simile);
  • allegato "D"alla DGR IX/4121 del 3.10.2012 compilato e firmato;
  • la planimetria dei locali in triplice copia;
  • la ricevuta del pagamento di € 50,00 effettuato tramite pagoPA selezionando il tipo di pagamento diritti sanitari da prestazioni IPA (causale: "voce 2, D.G.R. 23.12.2019, n. 2698");
  • copia della Laurea e del Diploma di Specializzazione in Medicina dello Sport del Medico Titolare dello Studio

Tale documentazione può essere presentata personalmente, previo appuntamento, presso una delle seguenti sedi della UOS Medicina dello Sport e Lotta al Doping:

- Via De Amicis, 17 - 20900 Monza - tel. 0392384619 - 0392384686

- Via I Maggio, 21/B - 23848 Oggiono (LC) - tel. 0341482823

in alternativa può essere spedita per posta (ordinaria o raccomandata), per posta elettronica ordinaria all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure attraverso PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Entro 60 giorni dalla data del protocollo viene programmata la verifica ispettiva per il controllo dei requisiti autorizzativi previsti dalla normativa vigente (D.P.R. 14.01.1997; L.R. 21.02.2000, n. 9; L.R. 30.12.2009, n. 33, D.G.R. IX/4121 del 3.10.2012; L.R. 11.08.2015, n. 23) che, se positiva, esita nella emissione dell'Atto di Abilitazione a firma del Responsabile della UOS Medicina dello Sport e Lotta al Doping delegato dal Direttore Generale della ATS,

La UOS Medicina dello Sport e Lotta al Doping trasmetterà l'Atto alla Regione Lombardia - Direzione Generale Welfare - e, una volta ricevuto il documento di "presa d'atto" regionale, potrà consegnare al titolare/legale rappresentante i certificati (con numero seriale) di idoneità e di non idoneità sportiva agonistica.