ats-brianza.it

Ultimo aggiornamento: 12/09/2022

GAS TOSSICI - Autorizzazione all’impiego (custodia, conservazione, utilizzo, abilitazione)

1. Descrizione del procedimento

 

1.1 Inquadramento normativo.

La disciplina in materia di GAS TOSSICI ha quale principale norma di riferimento il Regio Decreto 9 gennaio 1927, n. 147: “Approvazione del regolamento speciale per l'impiego dei gas tossici”.

L’art. 1 del Regolamento speciale definisce «gas tossico»:

a) qualsiasi sostanza tossica, che si trova allo stato gassoso, o che per essere utilizzata deve passare allo stato di gas o di vapore, e che è adoperata in ragione del suo potere tossico e per scopi inerenti al potere tossico stesso;

b) qualsiasi sostanza tossica, che si trova allo stato gassoso, o che per essere utilizzata deve passare allo stato di gas o di vapore, la quale, pure essendo adoperata per scopi diversi da quelli dipendenti dalle sue proprietà tossiche, è riconosciuta pericolosa per la sicurezza ed incolumità pubblica.

Le norme succedutesi nel tempo (D.M. 111/1927, D.M. 44/1935, D.M. 65/1935, D.P.R. 854/1955, Legge 296/1958, Legge 1839/1962, Legge 833/1978, D.Lgs. 81/2008), da ultimo l’art. 57, comma 2, lettera m), della L.R. 30 dicembre 2009, n. 33: “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità”, attribuiscono ad ATS la competenza in materia di controllo e vigilanza sui gas tossici.

Tale attività di controllo e vigilanza si esplica tanto attraverso le verifiche compiute dalla Commissione Tecnica Permanente e dalla UOC PSAL, quanto attraverso il rilascio dei seguenti atti/documenti:

  1. Autorizzazione ad utilizzare, custodire e conservare gas tossici (artt. 8 e 12 del Regolamento),
  2. Parere all’autorità di Pubblica Sicurezza Locale per il rilascio dell’autorizzazione ad acquistare, volta per volta, e utilizzare gas tossici (art. 8 del Regolamento),
  3. Presa d’atto cambiamento nella persona del titolare dell’autorizzazione e dei direttori tecnici (art. 20 del Regolamento),
  4. Revisione quinquennale di autorizzazione (Circolare Regione Lombardia n. 8/SAN del 15.03.1989),
  5. Patente di abilitazione alle operazioni relative all’impiego dei gas tossici (art. 26 del Regolamento),
  6. Revisione patente di abilitazione alle operazioni relative all’impiego dei gas tossici (art. 35 del Regolamento).

Questa ATS ha inoltre previsto due ulteriori procedimenti, non tipicizzati, e cioè il rilascio di:

  • Duplicato di patente per deterioramento, smarrimento, sottrazione, esaurimento spazi del documento originale,
  • Duplicato di patente riassuntiva di precedenti diversi originali che abilitano all’impiego di più gas tossici.

1.2 Presentazione delle domande.

a ) Domanda di autorizzazione a conservare e custodire gas tossici (artt. 6 e 11 del Regolamento). La domanda deve essere presentata dal titolare dell’azienda, o da suo delegato, avvalendosi del Modello D – ID 3981, predisposto ai sensi della Circolare della Regione Lombardia n. 8/SAN del 15.03.1989. L’autorizzazione è rilasciata previo parere della Commissione Tecnica Permanente (art. 24 del Regolamento), presieduta dal Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria (o da suo delegato), così composta:

  • dal questore (o vice-questore),
  • da un dirigente chimico del Dipartimento Provinciale ARPA,
  • da un dirigente ingegnere della Regione Lombardia,
  • da un rappresentante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco;

                                                                                                                   

b) Domanda per ottenere l'autorizzazione al solo acquisto ed utilizzo di gas tossici (art. 6 del Regolamento). La domanda deve essere presentata dal titolare dell’azienda (o da suo delegato) all’Autorità di Pubblica Sicurezza Locale (il Sindaco nei Comuni non sedi di Questura), la quale provvederà a richiedere il parere di competenza ad ATS (la richiesta di parere non prevede l’utilizzo di un modello codificato). I gas tossici possono essere acquistati solo da soggetti autorizzati alla custodia, alla conservazione o al trasporto oppure in possesso di un certificato di acquisto;

c) Comunicazione di cambiamento. Il cambiamento del titolare dell’autorizzazione (persona fisica), o del direttore tecnico, deve essere comunicata ad ATS (art. 20 del Regolamento), avvalendosi del Modello K – ID 3987;

d) Revisione quinquennale di autorizzazione. Ai sensi della Circolare della Regione Lombardia n. 8/SAN del 15.03.1989, le autorizzazioni possono essere poste in revisione da parte di ATS alla scadenza dei 5 anni. La revisione è direttamente richiesta alla Commissione Tecnica Permanente dalla Direzione del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, via Novara 3, Desio. Al titolare dell’autorizzazione non è pertanto richiesta alcuna attivazione;

e) Patente di abilitazione all’esecuzione delle operazioni relative all’impiego dei gas tossici (art. 26 del Regolamento). Per utilizzare gas tossici, l’operatore deve possedere una speciale patente di abilitazione rilasciata da ATS previo conseguimento del certificato di idoneità. Per ottenere il certificato di idoneità è necessario superare un esame avanti una Commissione (art. 32 del Regolamento), presieduta dal vice-Prefetto (o consigliere di Prefettura) in rappresentanza del prefetto, così composta:

  • dal questore (o vice-questore),
  • da un dirigente medico del lavoro del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria,
  • da un dirigente chimico del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria,
  • da un rappresentante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

Per il conseguimento del certificato di idoneità sono indette di norma due sessioni d’esame all’anno (primaverile/autunnale). A tal fine gli interessati devono inoltrare ad ATS regolare domanda, avvalendosi del Modello A;

f) Revisione patente di abilitazione alle operazioni relative all’impiego dei gas tossici. La patente di abilitazione è sottoposta a revisione ogni 5 anni (art. 35 del Regolamento); spetta al titolare della patente inoltrare ad ATS regolare domanda, avvalendosi del Modello B.

Nota: sulla G.U. Serie Generale n. 70 del 24.03.2022 è stato pubblicato il D.M. 19 gennaio 2022: “Revisione delle patenti di abilitazione per l’impiego dei gas tossici rilasciate o revisionate nel periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2017”. Gli interessati possono presentare domanda di revisione entro il 30 novembre 2022. Si ricorda che la patente decade in caso di mancata presentazione della domanda di revisione entro questo termine

2. UFFICI COMPETENTI.

La direzione del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, via Novara 3, Desio, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., referente dr. Flavio Lago, tel. 0362.304804, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., è competente per tutto il territorio ATS Brianza (province di Lecco e Monza Brianza) per il rilascio di:

  • Autorizzazione a custodire, conservare, utilizzare gas tossici
  • Presa d’atto cambiamento nella persona del titolare dell’autorizzazione e dei direttori tecnici
  • Revisione quinquennale di autorizzazione a custodire, conservare, utilizzare gas tossici
  • Patente di abilitazione alle operazioni relative all’impiego dei gas tossici
  • Revisione patente di abilitazione alle operazioni relative all’impiego dei gas tossici

Per quanto riguarda invece il parere che questa ATS rilascia all’Autorità di Pubblica Sicurezza Locale (il Sindaco nei Comuni non sedi di Questura) a seguito di Domanda per ottenere l'autorizzazione al solo acquisto ed utilizzo di gas tossici, è competente:

  • per la provincia di Monza e Brianza, la UOC Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro (PSAL), via Novara 3, Desio, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., referente dr.ssa Antonietta Covone, tel. 304845, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

per la provincia di Lecco, la UOSD Laboratorio di Prevenzione, via Longoni 13, Oggiono, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., referente dr. Mariano Nasello, tel. 0341 482862, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

3. 3. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO.

Il Responsabile del procedimento è individuato nel direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, il cui indirizzo di posta elettronica è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

4. 4. MODALITÀ DI ACCESSO.

Gli uffici competenti alla ricezione delle domande sono gli stessi individuati nel prospetto di cui al punto 2. Le domande si presentano a mezzo di:

  • consegna diretta
  • lettera raccomandata A/R (in plico chiuso),
  • PEC, solo per i casi a), b) e c) del punto 1.2. (nel caso siano presenti, tra gli allegati, documenti in formato diverso da A4, ad es. planimetrie dei locali, in sede di rilascio sarà richiesto il supporto cartaceo).

5. 5. TERMINE MASSIMO IN GIORNI PER LA CONCLUSIONE DELLA PRATICA.

1 -Il termine massimo per la conclusione dei procedimenti amministrativi di autorizzazione/parere è fissato in 60 (sessanta) giorni a partire dalla data di protocollo della domanda. Qualora gli uffici ritengano necessario acquisire ulteriore documentazione, o siano prescritti adempimenti, il termine è interrotto per una sola volta e i procedimenti definitivamente conclusi entro 30 (trenta) giorni dalla data di protocollo di quanto richiesto;

2 - Il procedimento per il rilascio della patente di abilitazione deve concludersi entro 90 (novanta) giorni dalla data della sessione;

3 - Il procedimento per la revisione della patente di abilitazione deve concludersi, con la consegna della patente revisionata, entro 30 (trenta) giorni dalla data di protocollo della domanda (vigente il D.M.).

6. 6. NOME DEL SOGGETTO CUI È ATTRIBUITO IL POTERE SOSTITUTIVO IN CASO DI INERZIA.

 

In caso di inerzia da parte degli uffici competenti, il soggetto al quale rivolgersi per l’esercizio del potere sostitutivo è individuato nel Direttore Sanitario della ATS, da attivarsi con messaggio all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., nel quale evidenziare:

  • proprio nome e cognome, indirizzo di residenza, numero di telefono, indirizzo personale di posta elettronica,
  • nominativi delle persone della ATS già contattate,
  • tipologia della domanda.

7. 7. COSTO PER L’UTENTE E MODALITÀ DI VERSAMENTO.

Il decreto D.G. ATS Brianza n. 125 del 19.04.2022, come già previsto dalla DGR 23/12/2019, n. XI/2698, ad oggetto “Tariffario delle prestazioni e degli interventi richiesti da terzi nel proprio interesse, erogati dal Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria”, prevede la gratuità della prestazione per i soggetti pubblici.

I soggetti non pubblici devono invece versare, esclusivamente attraverso il sistema PagoPA*, i seguenti importi:

GAS TOSSICI

25

Parere della Commissione Tecnica Permanente per il rilascio di autorizzazione al deposito

e/o utilizzo dei gas tossici (senza sopralluogo).

€ 385,39

Parere della Commissione Tecnica Permanente per il rilascio di autorizzazione al deposito

e/o utilizzo dei gas tossici (con sopralluogo).

€ 769,75

26

Atto autorizzativo o rinnovo post revisione quinquennale per deposito e/o utilizzo di gas tossici

€ 99,46

27

Esame per il rilascio del certificato di abilitazione all’utilizzo di gas tossici.

€ 44,55

28

Rilascio, revisione o duplicato del patentino di abilitazione all’utilizzo dei gas tossici.

€ 25,90

45/a

Voltura (e altre variazioni di solo carattere amministrativo)

al deposito e/o utilizzo di gas tossici, senza istruttoria tecnica

€ 40,40

 

* ISTRUZIONI PER IL PAGAMENTO MEDIANTE IL SISTEMA PAGOPA.

  1. Cliccare sul link: “pagoPA: come pagare”,
  2. Sulla pagina che si apre, selezionare da “ALTRE TIPOLOGIE DI PAGAMENTO” la voce “Diritti sanitari da prestazioni IPA

8. MODELLI E ISTRUZIONI.

1- Domanda di autorizzazione a custodire, conservare, utilizzare gas tossici (Modello D)
2- Richiesta parere all’autorità di P.S. per rilascio autorizzazione e utilizzare gas tossici
3- Comunicazione cambiamento nella persona del titolare dell'autorizzazione e dei direttori tecnici (Modello K)
4- Domanda rilascio patente di abilitazione all’impiego dei gas tossici (Modello A)
5- Dichiarazione sostitutiva del casellario giudiziario (Modello C)
6- Domanda revisione patente di abilitazione all’impiego dei gas tossici (Modello B)
7- Rilascio patenti (Istruzioni)

Documento curato dal dr. Flavio Lago. Versione del 29.04.2022.