Login

ats-brianza.it

Commissioni di vigilanza sui pubblici spettacoli

1. Descrizione del procedimento

I luoghi deputati ad accogliere spettacoli pubblici sono soggetti a licenza rilasciata dall’autorità di pubblica sicurezza (Prefetto per l’ambito provinciale, Sindaco per l’ambito comunale).

A tal fine sono istituite la Commissione Comunale di Vigilanza (CCV) e la Commissione Provinciale di Vigilanza (CPV) rispettivamente presso il Comune e presso la Prefettura.

L’Unità Operativa Complessa (UOC) Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’ATS partecipa quale componente alle Commissioni, effettuando, per quanto di propria competenza, la valutazione della documentazione allegata alla richiesta inoltrata presso il Comune o la Prefettura ed espletando attività di verifica, mediante sopralluogo, della sussistenza dei requisiti igienico - sanitari delle strutture e delle attrezzature allestite.

 

2. Costo per l'utente e modalità di pagamento

L’attività conseguente alla richiesta di partecipazione a CCV, prevede il versamento dei seguenti diritti sanitari di :

  • € 151,00 per partecipazione alla CCV in seduta plenaria effettuata per esame documentazione presso la sede dell’ente richiedente, con sopralluogo effettuato in loco in momento temporalmente non separato dalla seduta da effettuare su c.c.p. n. 41467200 – Settore IPATSLL Servizio Tesoreria Viale Elvezia n. 2 – 20900 Monza (MB) - Causale “CCV – voce d.01.11” del Tariffario vigente
  • € 101,00 per CCV solo sopralluogo in loco, se effettuato in giorno diverso o in momento temporalmente separato da seduta plenaria, per ciascun sopralluogo da effettuare su c.c.p. n. 41467200 – Settore IPATSLL Servizio Tesoreria Viale Elvezia n. 2 – 20900 Monza (MB) - Causale “CCV - voce D.01.12” del Tariffario vigente
  • € 101,00 per CCV solo seduta plenaria effettuata per esame documentazione presso la sede dell’Ente richiedente, per ciascuna pratica esaminata da effettuare su c.c.p. n. 41467200 – Settore IPATSLL Servizio Tesoreria Viale Elvezia n. 2 – 20900 Monza (MB) - Causale “CCV - voce D.01.13” del Tariffario vigente

 

TARIFFARIO

3. Uffici Competenti

CPV: Servizio Igiene e Sanità Pubblica – U.O. territorialmente competenti/sede Centrale Dipartimento Prevenzione Medica – Via Novara, 2 Desio Tel.0362/304870

  MODALITA' DI ACCESSO

Nulla deve essere presentato al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica in quanto la partecipazione alle commissioni è richiesta direttamente dal Comune o dalla Prefettura che trasmette la documentazione presentata dai richiedenti a tutti gli Enti coinvolti nel procedimento amministrativo per le eventuali verifiche di competenza.

 

4. Nome del responsabile del procedimento

Il responsabile della gestione del procedimento CCV è individuato nel Responsabile di UOS territorialmente competente e solo per le attività la cui vigilanza compete alla sua UOC.

Il responsabile della gestione del procedimento CPV è individuato nel Direttore dell’UOC Igiene e Sanità Pubblica – tel. 0362/304870 – fax 0362.304836

 

5. Modalità di accesso

Nulla deve essere presentato all’UOC di Igiene e Sanità Pubblica dell’ATS in quanto la partecipazione alle commissioni è richiesta direttamente dal Comune o dalla Prefettura che trasmette la documentazione presentata dai richiedenti a tutti gli Enti coinvolti nel procedimento amministrativo per le eventuali verifiche di competenza.

6. Termine massimo per la conclusione dell'Iter

Date preventivamente fissate dal Comune o Prefettura di riferimento.

7.  Nome del soggetto a cui è attribuito in caso di inerzia il potere sostitutivo

Dr. Guido Altomonte - Direttore UOC Igiene e Sanità Pubblica – tel. 0362.304870 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modalità: invio di una e-mail all'indirizzo di posta elettronica.

Si richiede di evidenziare:

1) Nome e Cognome 2) numero di telefono 3) e-mail 4)oggetto della richiesta 5) nominativi delle persone della UOC Igiene e Sanità Pubblica eventualmente già contattate per informazioni 6) Tempo trascorso per la mancata risposta alla precedente richiesta.