Login

 Rilascio del nulla osta all’impiego di sorgenti di radiazioni classificato di categoria B, ex D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 230, per le pratiche comportanti esposizioni a scopo medico

 

1. Descrizione del procedimento

  • Inquadramento normativo.

La L.R. 30 dicembre 2009, n. 33 “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità”, Titolo VI (Norme in materia di prevenzione e promozione della salute), Capo II (Norme per il rilascio del nulla osta all'impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti a scopo medico), art. 61 (Oggetto e finalità), recita  che: “Il presente capo disciplina, nel rispetto delle disposizioni del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230 (Attuazione delle direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 2006/117/Euratom in materia di radiazioni ionizzanti, 2009/71/Euratom in materia di sicurezza nucleare degli impianti nucleari e 2011/70/Euratom in materia di gestione sicura del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi derivanti da attività civili), l’impiego a scopo medico di sorgenti di radiazioni ionizzanti, al fine di tutelare la popolazione e i lavoratori in relazione ai rischi connessi a tale impiego”.

  • Presentazione della domanda.

Il legale rappresentante della struttura sanitaria, pubblica o privata, indirizza al Direttore Generale della ATS della Brianza, viale Elvezia 2 - 20900 Monza, specifica domanda al fine di ottenere il N.O. all’impiego di sorgenti di radiazioni classificato di categoria B. La domanda, oltre a contenere i dati e gli elementi relativi al tipo di pratica che s’intende svolgere (caratteristiche delle macchine radiogene, tipo e quantità di materie radioattive che s'intendono impiegare, modalità di produzione ed eventuale smaltimento di rifiuti, eventuale riciclo o riutilizzazione dei materiali, identificazione dei rischi connessi all'esercizio della pratica), deve essere corredata della documentazione redatta e firmata dall’esperto qualificato in radioprotezione, per la parte di sua competenza.

 

La Commissione per la Radioprotezione, istituita presso il Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, prende in carico la domanda indirizzata al Direttore Generale. La Commissione è presieduta dal Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione sanitaria, ed è composta da:

  1. due fisici specialisti in fisica sanitaria,
  2. un medico specialista in medicina nucleare,
  3. un medico specialista in medicina del lavoro,
  4. un rappresentante dell’ARPA,
  5. un rappresentante della direzione territoriale del lavoro (DTL),
  6. un rappresentante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

La Commissione dispone di una segreteria amministrativa che resta in carica tre anni.

2. Uffici Competenti

L’ufficio competente dell’istruttoria della pratica è individuato nel Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, Segreteria della Commissione Radioprotezione, via Novara, 3 - 20832 Desio. Il referente dell’Ufficio, dr. Flavio Lago, contattabile con PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., riceve dalle 9.00 alle 12.00, previo appuntamento telefonico al numero 0362.304804.

3. Nome del responsabile del procedimento

Il Responsabile del procedimento è individuato nel Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, dr.ssa Nicoletta Castelli, la quale agisce nella sua funzione di Presidente della Commissione di Radioprotezione. Il Referente delle pratiche per il rilascio del N.O. è il dr. Flavio Lago, collaboratore amministrativo professionale esperto, Segretario della Commissione di Radioprotezione per la Provincia di Monza e Brianza.

4. Modalità di accesso

Il legale rappresentante dell'ente accede alla prestazione presentando la domanda per il rilascio del N.O. a mezzo di:

  • lettera raccomandata con ricevuta di ritorno,
  • consegna diretta presso gli uffici del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria.

Non è consentita la presentazione a mezzo PEC in ragione della presenza, tra gli allegati, di documenti particolarmente voluminosi (es. planimetrie dei locali)

5. Termine massimo per la conclusione dell'Iter

Il Direttore Generale, acquisito il parere della Commissione di Radioprotezione, provvede, entro novanta giorni dal ricevimento della domanda, al rilascio, al diniego o alla modifica del nulla osta.

La Commissione deve esprimere il proprio parere entro sessanta giorni dalla richiesta da parte del direttore generale e può disporre eventuali sopralluoghi presso le installazioni dei richiedenti il nulla osta.

Qualora la commissione ritenga necessari ulteriori documenti o elementi conoscitivi, i termini sono interrotti per una sola volta e il parere è reso definitivamente entro trenta giorni dalla ricezione degli elementi istruttori richiesti.

6.  Nome del soggetto a cui è attribuito in caso di inerzia il potere sostitutivo
In caso di inerzia da parte del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, il soggetto al quale rivolgersi per l’esercizio del potere sostitutivo è il Direttore Sanitario, dr. Silvano Lopez.
Per l’esercizio del potere sostitutivo è necessario inviare una comunicazione via mail all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., evidenziando:
- nominativi delle persone della ASL già contattate con indicazione della richiesta,
- tempi di attesa per la mancata risposta alla precedente richiesta,
- nome e cognome,
- numero di telefono,
- indirizzo e.mail personale.

7. Costo per l'utente e modalità di pagamento     

Il “Tariffario delle prestazioni e degli interventi richiesti da terzi nel proprio interesse in materia di igiene, sanità pubblica, prevenzione e sicurezza. Aggiornamento anno 2016”, approvato con delibera 555 del 6 ottobre 2016, prevede la gratuità della prestazione per i soggetti pubblici.

I soggetti non pubblici devono invece versare i seguenti importi (come da Tariffario):

A.08

RADIAZIONI

A.08.01

Rilascio, a soggetti non pubblici, del nulla osta all’impiego di sorgenti di radiazioni classificato di categoria B, ex D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 230, per le pratiche comportanti esposizioni a scopo medico:

• attività di medicina nucleare o radioterapia ad eccezione della röntgenterapia;

€ 2.366

• attività di röntgenterapia o radioimmunologia (RIA);

€ 1.184

• altre attività diverse da quelle specificate;

€ 1.184

• solo voltura della titolarità del nulla osta.

€ 59

A.08.02

Parere per il rilascio, a soggetti non pubblici, del nulla osta all’impiego di sorgenti di radiazioni classificato di categoria B, ex D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 230, per le pratiche comportanti esposizioni a scopo non medico (industriale o di ricerca).

€ 591

A.08.03

Revoca ex D.Lgs. 230/95 e s.m.i. di provvedimenti autorizzativi rilasciati ai sensi del DPR 185/64.

€ 591

A.08.04

Rilascio, a soggetti non pubblici, di autorizzazione all'allontanamento di materiali o rifiuti radioattivi.

€ 1.184

A.08.05

Rilascio di autorizzazione all’installazione e all'esercizio di apparecchiature a risonanza magnetica per uso diagnostico del gruppo A (con valore di campo statico di induzione magnetica non superiore a 2 tesla) di cui all'articolo 5 del Decreto del Ministro della Sanità 2 agosto 1991 e all'articolo 5 del D.P.R. 8 agosto 1994, n. 542.

€ 1.184

Il pagamento può essere effettuato con versamento sul conto corrente postale n. 41467200 intestato a: ATS della Brianza IPATSLL - Servizio Tesoreria - viale Elvezia, 2 - 20900 Monza, oppure con bonifico bancario sul C/C bancario presso BANCA INTESA SAN PAOLO, Agenzia di Monza, intestato a ATS BRIANZA, con il seguente IBAN: IT30R0306920407100000046079.

 

 

A cura dr. Flavio Lago