Malattie infettive

La prevenzione e sorveglianza delle malattie infettive è un obiettivo di sanità pubblica perseguibile grazie innanzitutto ad una rete di collaborazioni ed alleanze tra medici del territorio MMG/PLS, ospedalieri e vaccinatori delle ASST, Laboratori Regionali di Riferimento e l’equipe di medici, assistenti sanitari e infermieri dell’ATS.

Tutto parte dalla segnalazione di malattia infettiva che non è un mero atto formale burocratico per alimentare report statistici, ma una fondamentale azione utile per dare avvio ad una cascata di eventi di sanità pubblica finalizzati a:

- identificare attraverso l’inchiesta epidemiologica i fattori di rischio e la fonte dell’infezione intervistando il caso segnalato, che viene informato dei rischi espositivi e invitato a comportamenti protettivi per i conviventi o altri contatti suscettibili; si assumono ove necessario provvedimenti di isolamento temporaneo in fase contagiosa e sorveglianza sanitaria fino alla risoluzione del caso;

- ricercare i contatti del caso e offrire loro una corretta informazione sul rischio e ogni opportunità preventiva di provata efficacia per evitare la diffusione della malattia ( es. vaccinazione contro il morbillo o epatite A, chemioprofilassi in un caso di meningite, ecc)

- garantire in collaborazione con i medici del territorio ( MMG/PLS) una sorveglianza su nuovi casi che dovessero pervenire all’osservazione, al fine di limitare l’eventuale evoluzione epidemica;

- organizzare interventi o azioni anche di natura ambientale, sia familiare che in ambienti di vita collettivi, per prevenire ulteriori casi di malattia legati al rischio espositivo in collaborazione con altri Servizi dell’ATS (disinfestazioni a cura delle amministrazioni, controlli su attività a rischio o strutture ove sono presenti pazienti fragili);

- in tutti i casi di rilevanza comunitaria sia per un episodio epidemico che per soli controlli preventivi in ambienti di vita collettivi, informare il Sindaco in qualità di Autorità Sanitaria Locale.

- sulla scorta delle evidenze emerse, valutare le strategie esistenti o implementarne di nuove al fine di prevenire ulteriori episodi.

Fondamentali sono la tempestività e appropriatezza delle segnalazioni che consentono la conferma del caso secondo criteri clinici ed epidemiologici normati a livello nazionale e regionale, una rapida individuazione dei contatti e l’attivazione di interventi preventivi efficaci.

Oltre all’intervento per ogni caso segnalato, uno strumento utile per la programmazione di settore è la revisione annuale dei casi per poter analizzare i trend di lungo termine, individuare gli andamenti epidemici confrontandoli con quelli regionali, le patologie emergenti e gli elementi di miglioramento da condividere con quanti contribuiscono ogni giorno a questa rete.

 

UOS  Prevenzione e Sorveglianza Malattie Infettive, con sede a Leccco, C.so C. Alberto 120 ( 0341/482701)

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Le articolazioni organizzative territoriali:
PSMI - Distretto di Monza- Via De Amicis 17                 039/2384630
PSMI - Distretto di Desio – Via Foscolo 24                    0362/483277
PSMI -  Distretto di Merate – Via S. Vincenzo 6              039/2384502
             Area Vimercate                                                        039 2384511

 Documenti scaricabili