Login

ats-brianza.it

Apertura di nuova Struttura di Medicina dello Sport (Ambulatorio o Studio Professionale)

 

Per aprire una nuova struttura di Medicina dello Sport accreditata l'istanza deve essere presentata al Dipartimento PAAPS della ATS.

Per aprire un Ambulatorio senza accreditamento o uno Studio Professionale, è necessario che il titolare/legale rappresentante della struttura compili l'istanza attraverso il portale regionale ASAN (https://accreditamentosanita.servizirl.it/asan/), indicando chiaramente che si intende ottenere sia l'autorizzazione che l'abilitazione alla certificazione medico-sportiva agonistica. Quindi, dopo aver completato tale istanza, si deve presentare alla UOS Medicina dello Sport e Lotta al Doping la seguente documentazione cartacea:

  • "Dichiarazione di Inizio Attività" (DIA, vedi fac-simile);
  • l'Istanza di Abilitazione come da allegato "C" o allegato "D" alla DGR IX/4121 del 3.10.2012;
  • la planimetria dei locali in triplice copia;
  • la ricevuta del pagamento di € 50,00 su ccp 41473208 (causale: "voce 2, D.G.R. 23.12.2019, n. 2698");
  • tutta la documentazione prevista dagli allegati "A" o "B" alla DGR IX/4121 del 3.10.2012.

Tale documentazione può essere presentata personalmente, previo appuntamento, presso una delle seguenti sedi della UOS Medicina dello Sport e Lotta al Doping:

- Via De Amicis, 17 - 20900 Monza - tel. 0392384664

- Via Tubi, 43 - 23900 Lecco - tel. 0341253835

in alternativa può essere spedita per posta (ordinaria o raccomandata), per posta elettronica ordinaria all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure attraverso PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Entro 60 giorni dalla data del protocollo viene programmata la verifica ispettiva per il controllo dei requisiti autorizzativi previsti dalla normativa vigente (D.P.R. 14.01.1997; L.R. 21.02.2000, n. 9; L.R. 30.12.2009, n. 33, D.G.R. IX/4121 del 3.10.2012; L.R. 11.08.2015, n. 23) che, se positiva, esita nella emissione dell'Atto di Abilitazione a firma del Direttore Generale della ATS.

La UOS Medicina dello Sport e Lotta al Doping trasmetterà l'Atto alla Regione Lombardia - Direzione Generale Welfare - e, una volta ricevuto il documento di "presa d'atto" regionale, potrà consegnare al titolare/legale rappresentante i certificati (con numero seriale) di idoneità e di non idoneità sportiva agonistica.