Login

Autorizzazione sanitaria per detenere scorte di medicinali veterinari nelle strutture di cura degli animali e al di fuori delle strutture di cura ai fini dell’ attività zooiatrica


1.    Descrizione del procedimento
Il proprietario, il rappresentante legale o il titolare di una struttura veterinaria di cura degli animali ( studio veterinario associato, ambulatorio veterinario , clinica o casa di cura veterinaria, ospedale veterinario)  può essere autorizzato dalla ATS ( Dipartimento veterinario Servizio IAPZ) a tenere adeguate scorte di medicinali veterinari purché della custodia e dell'utilizzazione delle stesse, ne sia responsabile un medico veterinario in qualità di Direttore sanitario.
Il veterinario che opera indipendentemente da una struttura veterinaria di cura degli animali ( attività zooiatrica) può essere autorizzato dalla ATS ( Dipartimento veterinario Servizio IAPZ) a tenere adeguate scorte di medicinali veterinari purché siano custodite sotto la sua responsabilità in idoneo locale reso accessibile su richiesta delle autorità di controllo


2. Unità organizzative responsabili dell'istruttoria
DIPARTIMENTO VETERINARIO E SICUREZZA ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE
Servizio igiene allevamenti e produzioni zootecniche
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il responsabile della gestione del procedimento è individuato nel Responsabile del Servizio IAPZ


3. Ufficio del procedimento
DIPARTIMENTO VETERINARIO E SICUREZZA ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE
Servizio igiene allevamenti e produzioni zootecniche
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il responsabile della gestione del procedimento è individuato nel Responsabile del Servizio IAPZ

4. Modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino
Il proprietario, il rappresentante legale o il titolare di una struttura veterinaria di cura degli animali ( studio veterinario associato, ambulatorio veterinario , clinica o casa di cura veterinaria, ospedale veterinario) o Il veterinario che opera indipendentemente da una struttura veterinaria di cura degli animali ( attività zooiatrica) interessati  ad ottenere l’autorizzazione alla detenzione di scorte di medicinali veterinari, inoltra istanza alla ATS Servizio IAPZ), utilizzando il modello (ID 04456) compilato nelle parti di interesse ed allegando i documenti richiesti in particolare nel caso di struttura veterinaria di cura:
-    la dichiarazione assunzione responsabilità  del veterinario  responsabile scorte ( Direttore sanitario) : modello (ID 04452)
-    la dichiarazione di accettazione quale  sostituto del veterinario responsabile delle scorte: modello (ID 03232 ) qualora nominato  

Il richiedente l’autorizzazione  qualora operi  nel settore degli animali zootecnici DPA  e  non utilizza il sistema informatico della  ricetta elettronica ( VETINFO) ai fini della registrazione dei trattamenti effettuati agli animali nei casi contemplati dalla normativa , consegna il registro cartaceo dei  trattamenti da sottoporre a numerazione e vidimazione dell’ATS.
L’ATS esegue un sopralluogo al fine di verificare se il richiedente abbia  i requisiti richiesti dal D.Lvo 193/2009 per la detenzione di scorte di medicinali veterinari
Qualora il sopralluogo dia esito favorevole, l’ATS provvede a rilasciare alla struttura veterinaria di cura o al veterinario zooiatra l’ autorizzazione sanitaria per detenere adeguate scorte di medicinali veterinari e se consegnato, il registro dei trattamenti numerato e vidimato.
L’ATS contestualmente provvede ad aggiornare il sistema informativo della ricetta elettronica (VETINFO) con i nuovi dati.
Variazioni di informazioni contenute nella autorizzazione sanitaria
Qualora presso una struttura di cura degli animali venga sostituito il Direttore sanitario responsabile della gestione delle scorte di medicinali veterinari, il titolare dell’autorizzazione comunica  all’ATS,  Servizio Igiene Allevamenti Produzioni Zootecniche (SIAPZ) con il modello (ID 04461) la variazione accorsa.
L’ATS Servizio IAPZ valutata con esito favorevole la documentazione presentata, provvederà, sulla base della comunicazione ricevuta,  all’aggiornamento dell’autorizzazione con atto distinto.
Nel caso di variazione dell’eventuale veterinario sostituto del veterinario responsabile delle scorte, il veterinario sostituto subentrante, dovrà comunicare all’ATS  Servizio IAPZ, di accettare l’incarico di sostituto   del veterinario responsabile  delle scorte presso quella data struttura di cura,  trasmettendo il modello (ID 03232) compilato correttamente e con gli allegati richiesti

L’ATS Servizio IAPZ provvederà a modificare nel sistema informativo della ricetta elettronica (VETINFO) le variazioni apportate.

Qualsiasi variazione inerente l’autorizzazione sanitaria rilasciata al veterinario zooiatra  senza struttura di cura per la detenzione di scorte di medicinali veterinari, rende l’autorizzazione nulla.
Il veterinario zooiatra deve comunicare qualsiasi variazione ai dati contenuti nella propria  autorizzazione alla detenzione di scorte di medicinali all’ATS,  Servizio Igiene Allevamenti Produzioni Zootecniche (SIAPZ) ai fini della revoca .

5. Termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante
Entro giorni 30 dall’invio della domanda, fatto salvo carenze o non conformità sia delle documentazioni inoltrate dal richiedente sia dei requisiti relativi all’impianto e all’attività che interrompono i termini per la conclusione del procedimento.


6. Procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione
Per questo procedimento non è possibile utilizzare la dichiarazione sostitutiva di certificazione;

7. Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale
Avverso il provvedimento conclusivo del procedimento è ammesso, con il patrocinio di un legale incaricato, ricorso al TAR per la Regione Lombardia, entro il termine di 60 giorni dalla data di notificazione del provvedimento, ai sensi dell’art. 29 e ss. del codice del processo amministrativo (D.L.gs. n.104/2010). In alternativa è ammesso ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla medesima data ai sensi del d.P.R. n. 1199/1971.


8. link di accesso al servizio on line
Per usufruire del servizio è necessario recarsi presso gli uffici territoriali dell’ATS della Brianza


9. Modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari
E’ previsto il pagamento di una tariffa (come indicato nel Tariffario dell’ATS della Brianza approvato con Delibera del Direttore Generale n.46 del 28/01/2016) a mezzo bancomat presso gli uffici periferici del Servizio, tramite pagamento a mezzo cc/postale o tramite bonifico bancario la cui evidenza di avvenuto pagamento dovrà essere presentata contestualmente alla domanda.
Le tariffe previste sono quelle specificate alla voce del Tariffario codice : A.29.01 pari ad € 69,36
Bonifico bancario sul c/c bancario 46079 intestato a ATS DELLA BRIANZA presso Intesa San Paolo – Piazza Trento e Trieste, 10 – 20900 Monza IBAN IT 30 R 03069 20407 100000046079.
Versamento mediante bollettino postale sul c/c postale n. 41471202 intestato alla ATS Brianza - Settore Prestazioni Veterinarie - Servizio Tesoreria Monza


10. Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonché  modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale
Il responsabile della gestione del procedimento è individuato nel Responsabile di Servizio. L’esercizio del potere sostitutivo può essere richiesto qualora entro i termini di legge non sia stato adottato il provvedimento amministrativo, laddove non vige la regola del silenzio/assenso, con richiesta motivata indirizzata al Direttore del Dipartimento Veterinario e Sicurezza degli Alimenti di Origine Animale.

11. Atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni


12. Uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso
Servizio igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche

13. Uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso

Servizio igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche