Login

01/02/2018

 

WHP: LE AZIENDE DIVENTANO PROTAGONISTE DELLA SALUTE DEI LAVORATORI.

 

L’ATS BRIANZA  PRESENTA IL PROGRAMMA CHE PROMUOVE LA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO E PREMIA LE AZIENDE ADERENTI DURANTE UN INCONTRO OSPITATO IN CONFINDUSTRIA LECCO E SONDRIO

 

 

Si è tenuta mercoledì 31 gennaio, presso la sede lecchese di Confindustria Lecco e Sondrio, la presentazione del programma che fa riferimento alla rete regionale Workplaces Health Promotion e la premiazione delle aziende aderenti.

Il programma valorizza la responsabilità sociale delle aziende, ponendo in campo azioni utili a favorire scelte di salute dei lavoratori e delle loro famiglie Scegliendo ogni anno 1 area tematica d’intervento tra alimentazione, contrasto al fumo, attività fisica, contrasto alle dipendenze e  benessere e conciliazione famiglia lavoro, le aziende aderenti mettono in atto buone pratiche a favore della salute dei propri lavoratori. Alcuni esempi di azioni: miglioramento dell’offerta nei menù della mensa, disponibilità di  frutta per la pausa, opportunità per la pratica di sport e attività ludico motoria nella pausa, convenzioni con palestre, gruppi di acquisto, policy antifumo, percorsi per la cessazione tabagica, gestione delle dipendenze, opportunità per favorire i lavoratori con criticità familiari e tante altre utili azioni.

 

All’incontro erano presenti aziende già facenti parte del percorso, ma anche altre non ancora inserite, ma che hanno potuto rendersi conto dei benefici portati dal programma.

L’Ing. Andrea Barison, Responsabile Ambiente e Sicurezza di Confindustria Lecco e Sondrio, ha salutato i presenti, sottolineando l’importanza di queste buone pratiche: “La promozione della salute nei luoghi di lavoro è un tema sempre più centrale e Confindustria vuole continuare ad affiancare ATS nella diffusione di questo programma e tutte le azioni correlate. Queste pratiche sono importanti sia per i singoli lavoratori ma anche per le aziende nel loro complesso. È sicuramente una sfida anche di competitività per il futuro del territorio”.

La Dott.ssa Manuela Franchetti, Direzione Sanitaria ATS Brianza, ha evidenziato come: “Per la nostra Agenzia di Tutela della Salute è molto rilevante il tema e qua troviamo terreno fertile con ad una rete consolidata grazie soprattutto alla collaborazione di Confindustria. Il cardine del progetto è  presidiare i fattori rischio relativi alle malattie degenerative cioè far sì che le aziende promuovano all’interno comportamenti di benessere e tutela della salute. Ciò ha un altro importante risultato, poiché i lavoratori poi portano messaggio di salute anche fuori, in famiglia e nelle altre relazioni.

La nostra ATS continuerà a portare avanti attività di promozione della salute dei lavoratori, non solo da promotore, ma in prima persona come azienda quindi al proprio interno”.

La Dott.ssa Giada Spizzirri, referente del progetto per l’ATS, ha presentato il progetto whp, le sue declinazioni nel territorio, le modalità di partecipazione e l’applicazione delle tematiche. Per tutte le aziende interessate l’ATS è disponibile a recarsi nei luoghi di lavoro per presentare il progetto e per un accompagnamento continuo durante il percorso.

Un esempio concreto è stato fornito da un’azienda che dal 2015 fa parte del programma e che quindi ha messo in campo già azioni in tutte le aree tematiche e che continua a mantenerle attive.

Infatti, il Dott. Luigi Di Pede, Responsabile della sede di Garbagnate Monastero dell’azienda ABB spa, che aderisce anche nelle altre sedi di Bergamo, Dalmine e Frosinone, ha raccontato la propria esperienza: “In 3 anni abbiamo affrontato tutte le aree tematiche, 2 per ogni anno.

Abbiamo registrato davvero ottimi risultati, tanti lavoratori hanno adottato comportamenti consigliati come per esempio smettere di fumare e un’alimentazione più sana.

Ci vuole sicuramente tanta buona volontà, investimenti soprattutto di impegno e di mentalità.

Fondamentale è la dirigenza che dà esempio e stimola lavoratori in queste buone pratiche.

Un impatto forte si riflette poi anche sulla sicurezza sul lavoro, queste misure sono anche di prevenzione e riducono per esempio i rischi di infortuni”.

Proprio questo rapporto tra promozione della salute e sicurezza nelle aziende è stato analizzato dalla Dott Claudia Toso del Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dell’ATS Brianza.

Infine, l’Agenzia di Tutela della Salute ha premiato tutte le aziende che aderiscono al programma whp, anche quelle che si sono iscritte nel 2017 e che stanno pianificando le azioni per il 2018 e quelle che per il 2017 non hanno svolto nuove attività ma hanno mantenuto attive le azioni attuate negli anni precedenti. Erano presenti e sono state premiate ABB Spa, ASST di Lecco, ATS BRIANZA, BIOKOSMES Srl, CLARIANT Plastics & Coatings (Italia) Spa, DELNA , INAIL sede di Lecco, LIMONTA e NOVATEX Italia Spa.

Alle aziende è stata regalata una vetrofania da portare in azienda che possa testimoniare ai lavoratori e a chi arriva in azienda l’adesione della società al programma e una mela in ceramica come simbolo di salute.

Il 20 febbraio alle 14, l’ATS presenterà analoga iniziativa per il territorio di Monza, presso la Sala Congressi Assolombarda Confindustria Milano,Monza e Brianza .