Login

07/02/2018

 

CONVEGNO “LA CONCILIAZIONE DEI TEMPI TRA SOGGETTI, ISTITUZIONI E VITA QUOTIDIANA”. Martedì 27 febbraio dalle 14.00 alle 18.00 presso ASST Lecco - Ospedale "A. Manzoni"

 

 

L’Asst di Lecco ospiterà, presso l’aula magna del Presidio Ospedaliero A. Manzoni nel pomeriggio di martedì 27 febbraio, un convegno dal titolo “La conciliazione dei tempi tra soggetti, istituzioni e vita quotidiana”.

 

L’appuntamento si inserisce nell’ambito delle azioni messe in atto dalla Regione Lombardia, approvate nel Piano Territoriale Biennale di Conciliazione Vita Lavoro dell’ ATS della Brianza, volte a favorire la conciliazione vita lavoro e il welfare aziendale. Il Centro Interuniversitario Culture di Genere, l’Agenzia Formazione Orientamento Lavoro (AFOL) Monza‐Brianza e l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) di Lecco, in collaborazione con l’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) della Brianza, promuovono un evento informativo teso a favorire la discussione intorno a quelle che sono le condizioni più idonee a sviluppare oggi una cultura di parità tra maschile e femminile, anche per quanto riguarda la condivisione delle responsabilità di cura e delle diverse attività e responsabilità familiari.

 

Alla luce di importanti obiettivi, quali la ricerca di nuove strategie per migliorare la qualità della vita e il benessere degli individui e delle relazioni all’interno delle famiglie, il convegno coinvolgerà una pluralità di attori (cittadine, cittadini, lavoratrici e lavoratori, associazioni di categoria, imprese, sindacati, policy makers, terzo settore) per analizzare le questioni aperte.

In termini più generali, si punterà l’attenzione sull’importante passaggio, oggi all’ordine del giorno, dalla conciliazione alla condivisione (tra uomini e donne) delle responsabilità familiari e del lavoro di cura.

Ampio spazio sarà inoltre dato alla presentazione di esempi di buone pratiche di conciliazione (nel settore pubblico e privato, a partire da nuovi modelli di organizzazione aziendale).

 

L’incontro avrà anche come obiettivo quello di fornire informazioni esaustive e complete sul tema della conciliazione tra vita pubblica e privata, tra lavoro remunerato e lavoro di cura, nonché sui principali provvedimenti legislativi adottati in materia, sulle molteplici risorse territoriali e sulle possibilità di interazione tra soggetti (pubblici e privati) operanti nel contesto lombardo e lecchese. Inoltre l’appuntamento servirà a creare un momento di confronto a partire dal riconoscimento delle soggettività in campo, femminili e maschili, e a definire un modello di cittadinanza sociale più inclusivo.

 

Il convegno è destinato a tutte le professioni sanitarie e agli assistenti sociali e la partecipazione è aperta a tutte le associazioni, alle imprese ed ai cittadini.

 

Il responsabile scientifico è il dott. Enrico Frisone, Direttore Socio Sanitario dell’Asst di Lecco, mentre Katia Sala, Direttore Responsabile di Teleunica, darà il suo contributo come moderatore.

 

I docenti che interverranno sono:

  • Stefania Leone – Centro Interuniversitario Culture di Genere – Ricercatore Universitario
  • Adriana Ventura – Provincia di Lecco – Consigliera di Parità
  • Claudia Moneta – Direzione Generale reddito di autonomia e inclusione sociale di Regione Lombardia –
  • Direttore Vicario e dirigente UOC Indirizzi di programmazione sociale e promozione delle formazioni sociali
  • Clara Camerin – ATS della Brianza – Psicologa Psicoterapeuta
  • Federica Bolognani – Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera – Assistente Sociale
  • Clara Locatelli – Società Cooperativa Sociale Sineresi ‐ Coordinatrice dei servizi di assistenza educativa
  • scolastica e dei centri ricreativi
  • Antonio Bartesaghi – OMET S.r.l. – Presidente OMET
  • Laura Fumagalli – ASST di Lecco – Collaboratore Amministrativo
  • Carmen Leccardi ‐ Centro Interuniversitario Culture di Genere – Ricercatore Universitario

 

Programma in allegato.

 

È possibile iscriversi collegandosi al sito https://serviziweb.inaz.it/formaz_aolecco/Index.aspx

(N.B al primo accesso registrarsi come utente esterno al Portale Formazione). Una volta effettuata la registrazione al portale ci si può iscrivere al corso.

 

PARTECIPAZIONE E CREDITI ECM

 

La soglia minima di partecipazione richiesta per corsi di sole 4 ore è del 100%;

per tutti gli altri casi la soglia minima di frequenza richiesta è dell’80% delle ore totali previste.

Secondo le indicazioni contenute nella D.G.R. n 17008 del 28 dicembre 2017, all’evento sono stati

preassegnati n. 2,8 crediti ECM.

È stato richiesto l’accreditamento per gli assistenti sociali presso il CROAS Lombardia (numero crediti formativi in fase di definizione).

L’attestato crediti sarà rilasciato solo ed esclusivamente ai partecipanti che avranno superato il

questionario di apprendimento e che avranno raggiunto la soglia minima di partecipazione.