Login

IL CENTRO POLIFUNZIONALE SAN PIETRO APRE LE PORTE ALLA DIREZIONE DELL’ATS BRIANZA. “COLLABORAZIONE PER MIGLIORARE I SERVIZI AI CITTADINI”.

Mercoledì 2 Novembre, presso la Residenza San Pietro di Monza, si è svolto un incontro tra il management dirigenziale dell’ATS della Brianza e quello del gruppo La Meridiana, che gestisce appunto il centro e altre strutture socio-sanitarie brianzole.

 Quest’ulteriore tappa del calendario fitto di incontri, che vede protagonista la Direzione dell’Agenzia di Tutela della Salute presso gli enti sanitari e socio-sanitari dei territori lecchesi e brianzoli, ha prodotto diversi interessanti spunti di riflessione per costruire una crescita condivisa del sistema di presa in carico del paziente.

I due gruppi dirigenziali hanno discusso del momento storico che presenta l’applicazione della nuova Riforma Sanitaria Regionale e approfondito le rispettive attività così da evidenziare le possibilità di integrazione delle attività.

 ‹‹Rappresenta per noi un momento altamente significativo la visita del gruppo dirigente di ATS Brianza al Centro Polifunzionale San Pietro – ha dichiarato Roberto Mauri, Direttore de la Cooperativa La Meridiana, cooperativa che gestisce il Centro di via Cesare Battisti ed altre strutture dedicate all’anziano e a persone con patologie neurologiche complesse. L’incontro è stata un’importante occasione per illustrare alla direzione dell’ATS Brianza i servizi e le attività di Meridiana, servizi che in questi 40 anni di Meridiana, hanno coniugato e coniugano competenza professionale e attenzione alla persona e alla famiglia. In particolare il nuovo progetto di Meridiana “Il Paese Ritrovato”, il Villaggio dedicato alla cura dell’Alzheimer e della Demenza, sarà occasione di proficua collaborazione fra Meridiana ed ATS sia nella fase progettuale che in quella della gestione.

Focus anche sul nuovo progetto “E adesso cosa faccio”, un vero e proprio sportello di orientamento sulla rete di servizi del territorio dedicati alle persone con patologie neurologiche complesse (SLA e Stato Vegetativo). L’incontro con ATS è stata anche occasione per invitare e fare appello gli attori socio sanitari del territorio di potenziare l’orientamento del cittadino riguardo a tutta la rete dei servizi socio-sanitari disponibili sul territorio di competenza dell’ATS››.

 Il Direttore dell’ATS della Brianza, Massimo Giupponi, ha evidenziato come ‹‹è nostra intenzione creare un raccordo forte tra i nostri distretti e realtà come la vostra che, grazie a specificità uniche, hanno un legame così saldo con la comunità e sono punto di riferimento importante per il territorio. In 40 anni di attività – continua Giupponi – avete sviluppato servizi innovativi e una conoscenza capillare delle diverse problematiche››.

Tra i temi trattati il Direttore ATS ha evidenziato come ‹‹l’informazione al cittadino, che vedo da voi portata avanti con professionalità, sarà snodo fondamentale del nostro lavoro dei prossimi mesi; il nostro nuovo Piano organizzativo infatti prevede la creazione di un dipartimento interaziendale con le ASST di Lecco, Monza e Vimercate di Informazione, Accesso alle cure e Continuità assistenziale che avrà come tema centrale la presa in carico e l’orientamento del cittadino in raccordo con tutti gli enti del sistema››. Infine Giupponi ha espresso elogi per il progetto “Il Paese Ritrovato” ‹‹una sperimentazione unica in Italia per una nuova modalità di cura che avrà sicuramente il nostro supporto. Crediamo fortemente in progetti come questo e, sempre nel nuovo Piano Organizzativo, ci sarà una struttura dedicata proprio a porgetti speciali come questo››.