Login

Responsabile Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (RPC /RT)

1. elabora la proposta di Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione;

2. verifica l'efficacia e l'idoneità del piano, valuta l'opportunità di introdurre modifiche allo stesso qualora si verifichino significative violazioni non espressamente previste o in seguito a cambiamenti significativi dell'organizzazione dell'ATS (adozione atto aziendale);

3. prevede il coinvolgimento dei dirigenti e di tutto il personale dell'Agenzia addetto alle aree a più alto rischio, nell'attività di analisi e valutazione, di proposta e definizione delle misure di prevenzione e di monitoraggio per l'implementazione del Piano;

4. verifica, d'intesa con i Dirigenti dei Servizi in cui maggiormente è elevato il rischio di fenomeni corruttivi,l'effettiva rotazione degli incarichi (ove prevista quale misura di prevenzione fattiva);

5. definisce procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti destinati ad operare in settori particolarmente esposti al rischio corruzione;

6. elabora la relazione annuale sull'attività svolta entro il 15 dicembre di ogni anno e ne cura la pubblicazione sul sito internet dell' ATS;

7. vigila sul rispetto delle disposizioni in materia in inconferibilità e incompatibilità degli incarichi;

8. individua, su proposta dei Dirigenti dei Servizi Aziendali a più elevato rischio di corruzione, il personale da inserire in percorsi di formazione sui temi della legalità e dell'etica.

E' importante evidenziare come il Responsabile della Prevenzione della Corruzione è il soggettto preposto in Azienda a collaborare con la direzione strategica e tutta l'infrastruttura aziendale, affinché il complesso delle azioni e delle attività amministrative, da chiunque compiute in nome e per conto dell'ATS, siano basate sul principio di legalità.