Impianti natatori

1. Descrizione del procedimento

L'apertura e il funzionamento di piscine pubbliche o di uso pubblico o di piscine ad uso collettivo (inserite in strutture quali alberghi, camping, complessi ricettivi ecc.) e di impianti acquatici è subordinata alla comunicazione di inizio attività (CIA) ai sensi della D.G.R.17 maggio 2006 n.8/2552.

Le Comunicazioni di inizio attività sono autocertificazioni con le quali l’interessato comunica il luogo dove è ubicata la piscina, l’anno di costruzione, la categoria, la classificazione in base alle caratteristiche strutturali ed ambientali, il numero delle vasche e dei bagnanti - frequentatori e dichiara l’autenticità dei dati identificativi dell’attività di piscina e il rispetto dei requisiti igienico – ambientali, strutturali, impiantistici e funzionali previsti dalla D.G.R.17 maggio 2006 n.8/2552.

Anche in caso di cambiamento di gestione, comunicazione inizio attività stagionale, cambio impianti, etc., occorre comunicare all’ATS Brianza il nominativo del gestore subentrante congiuntamente ad una dichiarazione attestante il mantenimento delle condizioni tecnico - strutturali e gestionali di cui alla precedente comunicazione, ovvero le eventuali modifiche apportate, al fine di consentire all’UOC Igiene e Sanità Pubblica l’aggiornamento dell’anagrafica censita.

L’Unità Operativa Complessa (UOC) Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’ATS BRIANZA svolge le seguenti attività in relazione agli impianti natatori:

  • verifica, secondo pianificazione e gradazione del rischio specifico per la salute, dei requisiti igienico strutturali e gestionali dell’impianto natatorio nonché valutazione del documento di valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute degli utenti predisposto dall’Ente gestore
  • campionamenti chimico e microbiologico finalizzato al controllo analitico delle acque ad uso natatorio, secondo programmazione annuale

Presso le Unità Operative Semplici (UOS) territoriali dell’UOC Igiene e Sanità Pubblica è possibile, previo appuntamento telefonico, richiedere informazioni e ricevere indicazioni in relazione ai requisiti normativi necessari per lo svolgimento dell’attività

SEDI Sportello Informativo

2. Costo per l'utente 

L’attività conseguente alla presentazione di CIA, prevede il versamento dei diritti sanitari di € 84,00 da effettuare su c.c.p. n. 41467200 – intestato a: “ATS della Brianza – Settore I.P.A.T.S.L.L. Servizio Tesoreria – viale Elvezia 2 – 20900 MONZA - Causale “Attività conseguente a presentazione CIA – voce A.02.04 del Tariffario vigente

 Tariffario

3. Uffici Competenti

4. Nome del responsabile del procedimento

Il responsabile della gestione dei procedimenti è individuato nel Responsabile di UOS territorialmente competente e solo per le attività la cui vigilanza compete alla sua UOC

5. Modalità di accesso

Presentazione di Comunicazione inizio attività compilando il Modello ISP mod. 175.

I modelli dovranno essere compilati in tutte le parti previste e contenere tutta la documentazione richiesta negli allegati.

I moduli potranno essere consegnati a mano o tramite spedizione postale o fax o posta elettronica presso la Segreteria dell’UOS territorialmente competente.

6. Termine massimo per la conclusione dell'Iter

30 giorni dal ricevimento rispetto alla data del protocollo per CIA

 

7.  Nome del soggetto a cui è attribuito in caso di inerzia il potere sostitutiv

Dr. Guido Altomonte - Direttore UOC Igiene e Sanità Pubblica – tel. 0362.304870 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modalità: invio di una e-mail all'indirizzo di posta elettronica.

Si richiede di evidenziare:

1) Nome e Cognome 2) numero di telefono 3) e-mail 4)oggetto della richiesta 5) nominativi delle persone della UOC Igiene e Sanità Pubblica eventualmente già contattate per informazioni 6) Tempo trascorso per la mancata risposta alla precedente richiesta.

MODULI ALLEGATI

ISP mod.2690 - Comunicazione Inizio attività/modifiche