Informazione e assistenza in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e ambienti di vita (Sportello informativo)

 

Descrizione del Procedimento

Il servizio svolge attività di informazione e promozione in materia di sicurezza impiantistica sia attraverso lo Sportello Informativo sia attraverso la diffusione di conoscenze e di informazioni pubblicate sul sito dell’Agenzia al fine di accrescere la capacità individuale e collettiva di autotutela nei confronti dei rischi presenti negli ambienti di vita e di lavoro.

Perchè viene svolta l’attività di informazione e assistenza

Fermo restando che la Regione, ”promuove la crescita di una cultura della salute attraverso la diffusione di conoscenze e di informazioni in grado di accrescere la capacità individuale e collettiva di autotutela nei confronti delle malattie e dei rischi presenti negli ambienti di vita e di lavoro”, ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i., le Regioni, tramite le AA.SS.LL. del SSN, svolgono, attività di informazione, assistenza, promozione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, in particolare nei confronti delle imprese e delle rispettive associazioni dei datori di lavoro.

Modalità di accesso

E’ possibile accedere allo Sportello Informativo telefonando (9:00 /12:00 – 14:00/16:00) al seguente numero: 039 3940206/24 oppure alternativa scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: uo.impi@ats-brianza.it.

In entrambi i casi un operatore fornirà una risposta all’utente ovvero sarà ricontattato nel più breve tempo possibile.
In alternativa, è possibile accedere al Servizio presentandosi presso gli uffici della UOC Impiantistica previo appuntamento presso la sede di Monza via Solferino, 16

Il Servizio offerto è in grado di rispondere a tutte le problematiche connesse alla sicurezza del lavoro?

No. Premesso che non vengono forniti pareri preventivi o consulenze, il Servizio svolge attività di informazioni, assistenza e promozione della sicurezza impiantistica. In particolare, fornisce indicazioni concernenti gli aspetti connessi all’uso in sicurezza di impianti (elettrici, ascensori, termici) e attrezzature di lavoro (recipienti in pressione e attrezzature destinate al sollevamento cose e persone).

FAQ

A seguito di numerosi quesiti pervenuti alla UOC Impiantistica, concernenti le gru su autocarro e le PLE, sono state elaborate delle apposite FAQ che potete trovare ai seguenti link:
GRU SU AUTOCARRO: clicca qui
PLE: clicca qui


L'ufficio del procedimento:
UOC IMPIANTISTICA (per tutto il territorio dell'ATS Brianza)
Via Solferino 16 - 20900 Monza;
Direttore: Ing. Claudio Albera

Referente Sportello Informativo: Dott. Troisi Milko

Si riportano di seguito alcuni quesiti che sono pervenuti alla UOC Impiantistica:

ImmagineTipo ImpiantoQuesitoRisposta

Sollevamento

una gru a ponte destinata al sollevamento di vergelle, il cui carico non è libero di oscillare nello spazio, rientra tra le attrezzature riportate in allegato VII al D.Lgs. n. 81/2008 ed è soggetta alle verifiche di cui all'art. 71, comma 11, D.Lgs. n. 81/2008?

NO.
Infatti, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali...

Clicca per continuare

Pressione

recipiente a pressione, rientrante nel campo di applicazione del DM n. 329/04, caratterizzato di più camere collegate in parallelo aventi diverse capacità e contenenti lo stesso fluido. Al fine di determinare se la stessa attrezzatura è soggetta a riqualificazione periodica qual è il volume che deve essere considerato?

Bisogna considerare la somma dei volumi delle diverse camere.

Clicca per continuare

Sollevamento

Devo demolire un apparecchio di sollevamento. Qual è la prassi da attuare?

Il datore di lavoro deve comunicare alla sede INAIL

Clicca per continuare

Funi sollevamento

Quali sono le caratteristiche della persona addetta al controllo delle funi di acciaio montate su gru e paranchi?

Gli interventi di controllo devono essere effettuati da “persona competente”.

Clicca per continuare

Impianti termici

Per le verifiche periodiche di un impianto termico, non necessario all'attuazione di un processo produttivo, avente P>116kW e dotato di libretto di centrale rilasciato da INAIL (ex ISPESL), il Datore di lavoro può avvalersi di un Soggetto Abilitato di cui all'art. 71, comma 12, D.Lgs.n. 81/2008?

NO. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la circ. 13 agosto 2012 - n. 23

Clicca per continuare

sollevamento

Quali requisiti deve possedere un lavoratore che deve svolgere i compiti di manutenzione e/o controllo di una gru di tipo fisso (es. gru a ponte, gru a bandiera, ecc.)?

Al riguardo, un utile strumento di riferimento è costituito dalle Schede per la definizione di piani per i controlli di “apparecchi di sollevamento materiali di tipo fisso e relativi accessori di sollevamento (INAIL – 2014). Nel citato documento sono definiti i profili del personale coinvolto nelle attività di controllo:

Clicca per continuare

Pressione

In cosa consiste la verifica di primo impianto o di messa in servizio di cui all’art. 4 del DM n. 329/04 di attrezzature o insiemi a pressione?

La verifica, effettuata dall’ ufficio INAIL territorialmente competente

Clicca per continuare

Pressione

Quali attrezzature devono essere sottoposte alla cd verifica di primo impianto o di messa in servizio di cui all’art. 4 del DM n. 329/04?

Sono oggetto di tale verifica le attrezzature o insiemi a pressione installati e assemblati dall’utilizzatore.

Clicca per continuare

Pressione

La richiesta di verifica di primo impianto di cui all’art. 4 del DM n. 329/04, deve essere effettuata anche per  le attrezzature a pressione itineranti?

Nel caso di apparecchi itineranti (es. serbatoi contenenti premiscelati a base cementizia, generatori di vapore mobili, ecc.)

Clicca per continuare

escavatore munito di attrezzatura intercambiabile (es. gancio) che conferisce la funzione di sollevamento carichi

devo comunicare all'INAIL la messa in servizio/immatricolazione di un nuovo Escavatore che utilizzo come apparecchio di sollevamento. Qual è la prassi da seguire?

Per apparecchi di sollevamento di tipo mobile si intendono apparecchi destinati a sollevare e movimentare nello spazio, carichi sospesi mediante gancio o altri organi di presa, in grado di muoversi senza vie di corsa o binari [norma ISO 4306].

Clicca per continuare

Generatore di vapore

Generatore di vapore inattivo da diversi anni, regolarmente denunciato all’ISPESL e munito di verbali di verifica periodica (art. 71, comma 11, D.Lgs. n. 81/2008). Quali sono le procedure e le eventuali verifiche che devono essere messe in atto per rimettere il generatore regolarmente in attività?

le modalità di ripristino di un'attrezzatura di lavoro, inattiva da diversi anni, devono rispettare quanto disposto dall'art. 71, comma 8, lett.b), punto 2, del D.Lgs. n. 81/2008.  

Clicca per continuare

Ascensore

il certificato di collaudo di un ascensore privo di marcatura CE rilasciato da Organismo privato nel 2001 può essere considerato come libretto a tutti gli effetti?

Gli  impianti  che  alla data di entrata in vigore del DPR 162/2001 sono  sprovvisti  della certificazione CE di conformità sono 

Clicca per continuare

gru mobili, gru trasferibili e PLE

Quali sono le attrezzature di lavoro che devono essere sottoposte alla cd “indagine supplementare”? Inoltre, quali sono i contenuti minimi di tale attività?

L’indagine supplementare è l’attività finalizzata ad individuare eventuali vizi, difetti o anomalie, prodottisi nell’utilizzo dell’attrezzatura di lavoro messe in esercizio da oltre 20 anni 

Clicca per continuare