Protezione dati personali

L’art. 37 del Regolamento UE n. 2016/679 (Regolamento) prevede che i soggetti pubblici sono tenuti a designare un Responsabile della protezione dei dati personali (RPD), che può essere contattato dagli interessati per le questioni relative al trattamento dei loro dati personali.

L'Agenzia della Brianza ha individuato tale figura con  delibera n. 308 del 15.05.2018 del Direttore Generale.

Dott. Luigi Recupero nato a Leno (BS) il 30/04/1982, C.F. RCPLGU82D30E526V

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Al Responsabile della protezione dei dati personali sono attribuiti dalla normativa i seguenti compiti e funzioni:

  1. informare e fornire consulenza al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento, nonché ai dipendenti che eseguono il trattamento, in merito agli obblighi derivanti dal Regolamento, nonché da altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati;
  2. sorvegliare l’osservanza del Regolamento, di altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, compresi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale che partecipa ai trattamenti e alle connesse attività di controllo;
  3. fornire, se richiesto, un parere in merito alla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e sorvegliarne lo svolgimento;
  4. cooperare con il Garante per la protezione dei dati personali;
  5. fungere da punto di contatto con il Garante per la protezione dei dati personali per questioni connesse al trattamento, tra cui la consultazione preventiva di cui all’articolo 36, ed effettuare, se del caso, consultazioni relativamente a qualunque altra questione.

vedi link alla pagina Regolamento UE 2016/679 (GDPR)