Login
News Online
IMAGERiconoscimento "Palestra che promuove salute"
Lunedì, 14 Ottobre 2019

"Palestra che promuove salute"   Il 10 ottobre è stato consegnato alle palestre aderenti al...

Prosegui...

Parità virtuosa. Buone pratiche di conciliazione Vita-Lavoro in Lombardia
Lunedì, 07 Ottobre 2019

"Parità virtuosa. Buone pratiche di conciliazione Vita-Lavoro in Lombardia" Riconoscimento per...

Prosegui...

Trasferimento servizi al pubblico a Lecco da via Tubi a Corso Matteotti
Lunedì, 07 Ottobre 2019

  Cambio di indirizzo per alcuni servizi al pubblico di ATS Brianza a Lecco.  Sono...

Prosegui...

Il Piano Mirato Prevenzione PALESTRE “Dalla sicurezza alla promozione della salute – Guida per i gestori delle palestre”
Lunedì, 07 Ottobre 2019

Tutte le informazioni sono pubblicate qui: Il Piano Mirato Prevenzione PALESTRE  

Prosegui...

IMAGEPatentino per proprietari per cani : al via i corsi a Sulbiate e a Ronco Briantino
Mercoledì, 02 Ottobre 2019

       per maggiori informazioni : UOC Igiene Urbana Veterinaria

Prosegui...

Assistenza sanitaria in italia per cittadini extracomunitari

 

Per i cittadini extracomunitari, l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) garantisce l’assistenza sanitaria prevista dall’ ordinamento italiano e comporta parità di trattamento rispetto ai cittadini italiani, per quanto attiene all’obbligo contributivo, all’assistenza erogata in Italia dallo stesso SSN. ed alla sua validità temporale.


Cittadini extracomunitari che hanno l’obbligo di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale

Chi ha l’obbligo di iscriversi al SSN
•    Cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno che svolgono regolare attività di lavoro subordinato, autonomo o che siano iscritti alle liste di collocamento;
•    Cittadini stranieri regolarmente soggiornanti o quelli che abbiano chiesto il rinnovo del permesso di soggiorno, per lavoro subordinato, per lavoro autonomo, per motivi familiari, per asilo, per protezione sussidiaria,per casi speciali, per protezione speciale, per cure mediche ai sensi dell’articolo19, comma 2, lettera d-bis, per richiesta di asilo, per attesa adozione, per affidamento, per acquisto della cittadinanza o per motivi religiosi per religiosi che svolgono un’attività lavorativa e ricevono una remunerazione soggetta alle ritenute fiscali (es. parroci);
•    Familiari a carico (regolarmente soggiornanti) dei cittadini stranieri che rientrano nelle categorie sopra indicate.
•    Genitori ultrasessantacinquenni extracomunitari che richiedono il permesso di soggiorno per ricongiunzione familiare con cittadino italiano.

Dove si effettua l’iscrizione
L’iscrizione al SSN si effettua presso gli sportelli dell’Ufficio Scelta/Revoca della ASST del territorio in cui si è residenti, ovvero presso la ASST (Sportelli delle ASST ) in cui si ha effettiva dimora (quella indicata nel permesso di soggiorno), presentando: LINK
•    Documento di identità personale;
•    Codice fiscale;
•    Permesso di soggiorno;
•    Autocertificazione di residenza o dimora (si considera dimora abituale l’ospitalità da più di tre mesi
     presso un centro d’accoglienza).
•    Al momento dell’iscrizione, sarà possibile scegliere il medico di medicina generale o il pediatra di famiglia.


Durata di validità dell’iscrizione
L’iscrizione è valida per tutta la durata del permesso di soggiorno e non decade nella fase di rinnovo del medesimo; pertanto, l’iscrizione può essere rinnovata anche presentando alla ASST la documentazione comprovante la richiesta di rinnovo di permesso di soggiorno.
In caso di mancato rinnovo o di revoca del permesso di soggiorno, o in caso di espulsione, l’iscrizione cessa, salvo che l’interessato comprovi di aver presentato ricorso contro i suddetti provvedimenti.

 

Cittadini extracomunitari che NON hanno l’obbligo di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale

I cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia, ma che non hanno obbligo di iscrizione al SSN, possono scegliere di :

a.    Iscriversi facoltativamente al SSN e iscrivere anche i propri familiari, se presenti in Italia. Si ha diritto all’iscrizione volontaria se si è in possesso di un permesso di soggiorno superiore a tre mesi, per motivi di studio, lavoro alla pari, attività agonistica, residenza elettiva e ricongiunzione familiare di cittadino extracomunitario ultrasessantacinquenne;
L’iscrizione è valida per l’anno solare (quindi scade il 31.12)  dal giorno di effettuazione del versamento.  

 ESTREMI per il VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO :
- STUDENTI  :  € 149,77 (1)
ALLA PARI  :  € 219,49 (1)
ALTRI (attività sportiva agonistica, residenza elettiva, etc ): € 387,34 (2)
-  n. C/C 379222, intestato a REGIONE LOMBARDIA
causale :   Contributo ex D.M. 11/06/1993 N.217

- Bonifico bancario IT97Z0760101600000000379222
causale :   Contributo SSN Regione Lombardia

(1)    Tale iscrizione (per studenti e collocati alla pari) non include eventuali familiari a carico.
Per estendere l’assistenza sanitaria ai familiari a carico, l’importo del versamento dovrà essere  
calcolato in base al reddito e non potrà essere inferiore a 387,3458 E.

(2)    Per l’importo fare riferimento al D.M. 8.10.1986:”L’iscrizione volontaria comporta il pagamento di un contributo annuale rapportato al reddito complessivo conseguito in Italia e/o all’estero nell’anno precedente a quello di iscrizione, che fissa la percentuale contributiva nella misura del 7.50% del reddito complessivo fino a 20.658,27 E. annui; sulla quota eccedente il predetto importo e fino al limite di 51.645,68 E. è dovuto un contributo nella misura  del 4%. L’ammontare del contributo non può comunque essere inferiore all’importo di 387,34 E.

L’iscrizione volontaria non è possibile se si è  titolari di un permesso di soggiorno per motivi di cura.

b.    Assicurarsi contro il rischio di malattia, infortunio e per la maternità, mediante la stipula di apposita polizza assicurativa con un Istituto assicurativo italiano o straniero, valida sul territorio nazionale.

 

Quali sono le prestazioni comunque garantite a tutti i cittadini extracomunitari


•    Le prestazioni quelle a tutela sociale della gravidanza e della maternità;
•    Le prestazioni a tutela della salute del minore;
•    Le vaccinazioni, secondo la normativa e nell’ambito delle campagne di prevenzione collettiva autorizzate a livello regionale;
•    Gli interventi di profilassi internazionale;
•    La profilassi, la diagnosi e la cura di malattie infettive.

 

Asst Monza Asst Lecco Asst Vimercate salute4baby salute4teen