VERIFICHE PERIODICHE DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO DI CUI ALL'ALLEGATO VII DEL D.LVO 81/2008

Sono soggette a verifica periodica successiva alla prima tutte le attrezzature di lavoro riportate in Allegato VII del D.lgs. n. 81/2008.

ATTREZZATURE DI LAVORO PROVVISTE DI MARCATURA CE

Si possono individuare i seguenti casi:

a) Se l'INAIL ex ISPESL ha già provveduto alla data di entrata in vigore del D.M. 11.04.2011 a redigere il libretto delle verifiche secondo le procedure stabilite dalla Circolare M.I.C.A. n. 162054 del 25.06.1997, l'attrezzatura di lavoro verrà sottoposta alle verifiche periodiche successive alla prima alle scadenze previste dal regime delle periodicità stabilite dall'Allegato VII del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. in assenza della scheda identificativa.

b) Se prima della data di entrata in vigore del D.M. 11.04.201 1, l'attrezzatura di lavoro era già stata sottoposta a verifiche periodiche da parte delle ASL/ARPA in assenza del libretto delle verifiche secondo le procedure stabilite dalla citata Circolare M.I.C.A. n. 162054/97, l'attrezzatura di lavoro continuerà ad essere sottoposta alle verifiche periodiche

successive alla prima in assenza di libretto delle verifiche e di scheda identifìcativa. Qualora l'INAIL (ex ISPESL) non avesse assegnato o comunicato la matricola dell'attrezzatura al proprietario dell'attrezzatura di lavoro e all'ASL competente per territorio, l'INAIL provvederà a trasmetterla ai suddetti soggetti nel più breve tempo possibile, al fine di consentire una completa redazione dei verbali di verifica e l'immissione nella banca dati.

 

ATTREZZATURE DI LAVORO RIENTRANTI NEL CAMPO DI APPLICAZIONE DEL D.M. 04.03.1982

In caso di attrezzature di lavoro rientranti nel campo di applicazione del D.M. 04.03.1982, già assoggettate all'obbligo delle verifiche periodiche ai sensi della legislazione previgente al D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i., per le quali il datore di lavoro avesse già provveduto a comunicare la messa in servizio al Ministero del Lavoro e delle Politiche

Sociali, si possono individuare i seguenti casi:

a) Se il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha già provveduto alla data di entrata in vigore del D.M. 11.04.2011 ad effettuare la prima delle verifiche periodiche e a redigere il libretto secondo le procedure stabilite dalla Circolare MLPS n. 9 del 12.01.2001, l'attrezzatura di lavoro verrà sottoposta alle verifiche periodiche successive alla prima alle scadenze previste dal regime delle periodicità stabilite dall'Allegato VII del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i..

b) Se il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali non ha provveduto alla data di entrata in vigore del DM 11.04.11 ad effettuare la prima delle verifiche periodiche e a redigere il libretto l'attrezzatura sarà sottoposta alla prima delle verifiche periodiche secondo le modalità previste dal D.M. 11.04.2011.

 

ATTREZZATURE DI LAVORO NON PROVVISTE DI MARCATURA CE

Le attrezzature già assoggettate all'obbligo delle verifiche periodiche ai sensi della legislazione previgente al D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i non marcate CE, che non abbiano subito modifiche sostanziali tali da richiedere una nuova marcatura CE, rimangono soggette al previgente regime omologativo. Al termine dell'iter omologativo, effettuato in via esclusiva dall'INAIL (ex ISPESL), dette attrezzature saranno sottoposte al regime delle verifiche periodiche successive alla prima.

Le attrezzature rientranti nel campo di applicazione del D.M. 04.03.1982e non marcate CE, che non abbiano subito modifiche sostanziali tali da richiedere una nuova marcatura CE, rimangono soggette al previgente regime di collaudo. Al termine del collaudo, da effettuarsi secondo le procedure del D.M. 04.03.1982, dette attrezzature saranno sottoposte al regime delle verifiche periodiche successive alla prima.

Le attrezzature di lavoro regolarmente messe in servizio secondo il regime previgente alla disciplina della marcatura CE e già sottoposte a verifiche periodiche devono seguire il regime delle verifiche periodiche successive alla prima.

 

MODALITA' DI ACCESSO

Le verifiche periodiche vengono programmate autonomamente dal Servizio Impiantistica e della Sicurezza, sulla base delle richieste pervenute da parte del datore di lavoro tenendo conto della gradazione del rischio assegnata ai vari settori di impiego delle attrezzature di lavoro.

L'utente può utilizzare, per la richiesta di verifica peridodica, la seguente documentazione:

 

TARIFFE DELLE PRESTAZIONI

Le verifiche periodiche/straordinarie sono a pagamento a carico del richiedente, secondo tariffario deliberato periodicamente dall'ASL di Monza e Brianza.

Le tariffe sono legate alla tipologia di impianto sottoposto a verifica ("tariffario attrezzature riportate in Allegato VII del D.lgs. n. 81/2008 e s.m.i.")